Il comune di Cavriglia premia la Lokomotive Campione d’Italia Anspi. Il sindaco. “Il prossimo anno un libro sulla società”

562

E’ stata una cerimonia semplice ma ricca di significati quella che si è tenuta questo venerdì sera presso la sala consiliare del comune di Cavriglia, dove il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni ha premiato i campioni d’Italia dell’Fc Lokomotive. Ricca di significati perchè il calcio, soprattutto a questi livelli, rappresenta ancora un grande veicolo di amicizia e di coesione sociale. Il caso della Lokomotive ne è testimone. La società cavrigliese, nata nel 1996, ha conquistato il 6 settembre scorso il titolo nazionale del campionato Anspi, grazie alla finale vinta a Bellaria con un’altra squadra valdarnese, il Pestello. E’ il quarto titolo italiano per i gialloblù di mister Beccastrini, ma a parte i risultati sportivi, questa è una splendida favola non solo sportiva. E’ la favola di un gruppo di amici, di una comunità legata alle proprie radici e di una realtà ormai consolidata. Visibilmente commosso il primo cittadino, anche perchè lui, in questa squadra, ci ha giocato per molti anni. “La Lokomotive ha rappresentato, per me, momenti di gioia e di condivisione – ha detto a tutti i ragazzi e i dirigenti presenti nella sala del consiglio -. E’ un momento importante per la nostra comunità. Questa è una squadra vera, nella quale i più anziani e i più giovani formano un gruppo coeso, capace anche di accogliere nel migliore dei modi anche i nuovi arrivati. Vi voglio ringraziare tutti – ha aggiunto – perchè Cavriglia, in Italia, è conosciuta grazie anche alla Lokomotive”. Ma Sanni non si è limitato a fare gli onori di casa. Ha infatti lanciato quella che è più di una proposta. “Il prossimo anno, in occasione del ventennale della società, propongo di pubblicare un libro sulla storia della Lokomotive. Il comune farà la sua parte, trovando le risorse necessarie. Queste pagine di calcio devono essere trascritte, perchè la memoria ha un valore”. Si è poi passati alle premiazioni, non prima di un paio di interventi da parte del direttore sportivo Galli e di mister Beccastrini. Quest’ultimo ha sottolineato il valore sportivo della vittoria della Lokomotive, in un campionato, quello Anspi, nel quale girano circa settecento tesserati, con squadre che si allenano anche due, tre volte la settimana. Il sindaco Sanni ha poi provveduto a consegnare una targa al club gialloblù, mentre la società ha omaggiato il primo cittadino con un poster celebrativo e una maglietta ufficiale. Il brindisi finale ha chiuso nel migliore dei modi una serata nel segno della Lokomotive campione d’Italia.

 

Le immagini più belle della serata in onore alla Lokomotive

 

[images_grid auto_slide=”no” auto_duration=”1″ cols=”five” lightbox=”yes” source=”media: 10316,10317,10318,10319,10320,10321,10322,10323,10324,10325,10326,10327,10328,10329,10330,10331,10332,10333,10334,10335″][/images_grid]