Questione Poste. Il Tar si pronuncerà il 6 aprile 2016. In bilico il futuro degli uffici di Campogialli, Pieve a Presciano e Mercatale

321

Il 6 aprile 2016 si saprà se gli uffici postali di Campogialli, Pieve a Presciano e Mercatale potranno continuare a rappresentare un punto di riferimento per i cittadini. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana ha infatti annunciato che in quella data si terrà l’udienza che affronterà nel merito la questione. Il Tar si era già mosso confermando la sospensiva legata alla chiusura di alcuni sportelli e condannando Poste Italiane a risarcire i comuni per la spesa che hanno dovuto sostenere per effettuare il ricorso. “Si tratta non solo di un percorso giuridico, ma anche di un’azione politica che ha visto mobilitarsi il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi nel tentativo di salvaguardare i servizi offerti dagli uffici postali periferici”, ha detto il sindaco di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni. Il primo cittadino, coinvolto nella vicenda per il presidio di Campogialli, ha poi ribadito che questi uffici rappresentano un importante riferimento per tanti cittadini, soprattutto per gli anziani che vi si recano con consuetudine a ritirare la loro pensione. La soluzione prospettata dal Presidente Rossi è di assegnare altri servizi a Poste in modo tale che agli uffici coinvolti venga garantito l’equilibrio economico. Questo avrebbe un beneficio anche per i cittadini, che potrebbero utilizzare gli sportelli per altre funzioni.