Figline: muore un’anatra per paura dei botti e la notizia diventa virale

336

La campagna di sensibilizzazione era iniziata nei giorni precedenti soprattutto ad opera di persone che possiedono animali domestici. Sui social network erano comparse immagini di cani con cartelli appesi al collo dove era scritto: “Si ai bassotti! No ai botti”, foto di gatti che si nascondono davanti ai petardi e tanti altri appelli. Oggi la notizia di una festa di S. Silvestro in Valdarno sostanzialmente tranquilla, senza particolari incidenti, ma non sono mancate, sempre su Twitter o Facebook notizie di animali scappati per paura dei botti, cani e gatti in fuga segnalazioni di avvistamenti di cani in strade deserte e animali domestici morti di paura. Nel bollettino in serata, infatti, è apparso il rammarico ed il dolore di Emanuela Romiti di Figline che ha mostrato la foto della sua anatra morta di terrore: “si era rifugiata dentro un capannino in mezzo alla legna ma… ma la paura é stata più forte di lei che giovane e inconsapevole é morta per una festa…” – ha scritto nel pieno sconforto. L’immagine ha fatto subito il giro della rete ed è diventata virale con numerosi commenti di solidarietà soprattutto da parte di chi, per tutto il periodo precedente il Capodanno, aveva lanciato appelli per convincere di non utilizzare petardi e fuochi artificiali per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

La foto è quella pubblicata da Emanuela Romiti