Cavriglia: “Casa della Memoria” a Castelnuovo dei Sabbioni

473

Primi passi concreti verso la “Casa della memoria”. Sarà pubblicato a giorni il bando per appaltare i lavori del nuovo complesso che aprirà i battenti nel vecchio borgo di Castelnuovo dei Sabbioni, nel comune di Cavriglia. La struttura, destinata a tramandare alle generazioni il ricordo del passaggio del fronte della Seconda Guerra Mondiale, sarà ospitata nel palazzo Zannuccoli, che sorge accanto a al sacrario ai Caduti. Quel muro del massacro davanti al quale la mattina del 4 luglio 1944 i soldati nazisti in ritirata trucidarono 74 civili inermi. Tra loro anche il sacerdote don Ferrante Bagiardi che aveva offerto la propria vita in cambio della liberazione degli altri ostaggi. Nell’immobile dovrebbero trovare posto un museo con equipaggiamenti militari dell’epoca, dalle divise alle armi, e un vasto repertorio di documenti video e digitali. Per finanziare il recupero saranno necessari circa 500 mila euro e la spesa sarà coperta per oltre la metà da finanziamenti della Regione Toscana, reperiti attraverso la partecipazione ad uno specifico bando, e per il resto da risorse comunali. L’iter procedurale, insomma, è avviato e per il restauro si selezioneranno con cura gli esecutori in quanto l’immobile, in stile liberty, è sotto il vincolo della Soprintendenza delle Belle Arti.