Ieri sera si è svolta “La Marcia della Misericordia”. Processione da Montevarchi a San Giovanni nel segno del Giubileo

388

L’Epifania in Valdarno è coincisa con la “Marcia della Misericordia”. Ieri sono giunte a Montevarchi la statua lignea della Madonna di Loreto e il Crocifisso di San Damiano, che stanno peregrinando in tutte le diocesi d’Italia, dopo la benedizione di Papa Francesco nello scorso mese di marzo. L’incontro con i due simboli della pietà popolare era in programma alle 18 nell’Insigne Collegiata montevarchina di San Lorenzo. Al termine della Santa Messa solenne officiata dal Vescovo di Fiesole monsignor Mario Meini, nel solco della tradizione della “peregrinatio Mariae”, l’effige della Vergine e la Croce sono state portate in processione fino al Santuario di Maria Santissima delle Grazie a San Giovanni. Durante il percorso c’è stata una sosta davanti all’ospedale della Gruccia per un momento di preghiera e riflessione. Da sempre, infatti, Loreto e l’immagine mariana sono meta dei viaggi dell’Unitalsi, l’opera che si occupa di consentire a malati e disabili di raggiungere i principali luoghi di culto d’Europa. La tappa valdarnese è una delle prime in Toscana, dopo gli itinerari compiuti nella vicina Romagna. E’ il dodicesimo atto di un cammino di spiritualità che si concluderà a Roma in San Pietro il prossimo 20 marzo.