Terranuova Bracciolini: Abb in Giordania per la costruzione di impianti solari

452

ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, con uno stabilimento anche a Terranuova Bracciolini, ha acquisito una commessa con Martifer Solar per la fornitura di impianti solari con una capacità complessiva di 50 MW in Giordania. Il contratto riguarda quattro centrali nei pressi delle città di Ma’an e Mafraq. La Giordania importa il 96% del proprio fabbisogno energetico, con un costo annuo di 3,6 miliardi di dollari, pari al 13,5% del PIL. Con la Master Strategy of the Energy Sector, il Paese ha ora fissato un obiettivo di 1.800 MW, o il 10 percento del fabbisogno energetico nazionale, che dovranno essere ricavati da fonti rinnovabili entro il 2020. Il piano prevede che 600 MW di questa capacità provengano da energia solare. ABB ha partecipato alla progettazione degli impianti fornendo le apparecchiature richieste dall’operatore di rete locale (NEPCO) per realizzare una soluzione completa. Il progetto verrà portato a termine nel primo trimestre del 2016. In base agli accordi, ABB si occuperà della produzione, fornitura e messa in funzione di 45 inverter centralizzati (ULTRA), 24 cabine di media tensione (MVCS) da 36kV, Power Plant Controller (PPC) e stazioni di fornitura da 36kV, garantendo un collegamento sicuro e affidabile alla rete elettrica nazionale. Inoltre, ABB ha sottoscritto un contratto di servizio per la formazione degli operatori e dei manutentori di Martifer Solar nelle attività O&M specifiche per i propri inverter. “ABB è orgogliosa di poter offrire alla Giordania un contributo fondamentale per il conseguimento degli ambiziosi obiettivi di produzione energetica da fonti rinnovabili fissati per il 2020,” ha dichiarato Ahmad Alhussein, Local Manager, Discrete Automation and Motion, ABB. “Questi impianti solari innovativi e tecnologicamente avanzati rappresentano il primo passo per migliorare l’affidabilità delle forniture energetiche in Giordania e ridurre la dipendenza del Paese dalle importazioni di petrolio e gas.” Una delle quattro centrali (Jordan Solar One), con una capacità di 20MW, sarà l’impianto più grande collegato alla rete NEPCO nella regione di Al Mafraq. Gli altri tre impianti da 10 MW saranno dislocati ad Al Ward Al Joury, Al Zahrat Al Salam e Al Zanbaq, vicino alla città di Ma’an nel sud della Giordania