Contrasto al gioco d’azzardo. A Rignano approvata una mozione specifica

394

Anche il consiglio comunale di Rignano sull’Arno prende posizione contro il gioco d’azzardo e nell’ultima seduta ha approvato una mozione che va in una direzione ben precisa: quella di contrastare seriamente questo fenomeno attraverso una serie di azioni comuni. Nello specifico il parlamentino rignanese ha impegnato il sindaco e la giunta a farsi promotore, insieme agli altri sindaci del Valdarno Aretino e Fiorentino, della stesura di uno specifico regolamento comunale che disciplini in maniera unitaria la materia delle “sale da gioco e del gioco lecito”. L’obiettivo è quello di delimitare le sale da gioco e il loro orario di apertura, attivando forme di divieto di pubblicizzazione nei locali comunali. E’ poi necessario predisporre una grande campagna di comunicazione e sensibilizzazione e attivare forme di collaborazione con il Sert. Tra le altre richieste, la creazione di uno specifico logo valdarnese in collaborazione con le scuole del territorio, per promuovere e pubblicizzare tutti quei locali che all’interno del Valdarno vogliono aderire alla campagna di apprezzamento verso un locale “No Slot”. “Impegniamo inoltre la giunta – si legge nella mozione – a chiedere con forza alla Regione Toscana di destinare maggiori risorse per i servizi territoriali finalizzati alla cura, riabilitazione e prevenzione delle dipendenze”. Potrebbero essere previste anche forme di incentivazione fiscali per la dismissione delle slot negli esercizi commerciali e nei circoli.