Si rinnova l’appello dell’Enpa Valdarno. “Non mangiate gli agnelli per Pasqua”

588

Pasqua si avvicina. Tra poco più di due settimane la festa religiosa più importante dell’anno si porterà con se una serie di tradizioni, anche culinarie, tra cui l’agnello, “sacrificato” per la classica pietanza pasquale. Una consuetudine, questa, che periodicamente alimenta non poche polemiche, soprattutto da parte delle associazioni animaliste, in prima linea contro quella che definiscono una vera e propria “carneficina”. La richiesta è esplicita: stop alle uccisioni di massa di questi animali. Una richiesta arrivata, in questi giorni, anche da Enpa Valdarno, per conto di Luigina Campedelli.