“Non distruggete casa nostra!” I Giovani Democratici di Cavriglia e San Giovanni sui sempre più numerosi episodi di vandalismo

176
?

Anche loro ci saranno il 2 aprile prossimo a ripulire la struttura gravemente danneggiata. Ma i Giovani Democratici di Cavriglia e San Giovanni, in questi giorni, non si sono limitati a confermare la loro adesione, ma hanno affrontato un tema, quello del vandalismo e del disprezzo del bene pubblico, che oggi ha riguardato la tensostruttura di Castelnuovo dei Sabbioni, ma che ieri ha preso di mira sottopassaggi delle stazioni, muri ed edifici pubblici. Un andazzo che va stroncato e che, come hanno ricordato i ragazzi, rappresenta un segno di inciviltà e vandalismo perpretato a danno dei nostri paesi. “Scritte sui muri, atti vandalici a beni pubblici, asili e strutture sportive, chiunque sia stato non ha ben chiaro cosa sia la cosa pubblica – hanno sottolineato i Giovani Democratici -. I nostri comuni spendono tantissimi soldi per dotare le nostre città di strutture e per mantenere un certo grado di decoro. Queste persone – hanno aggiunto – non capiscono invece che agendo così fanno del danno anche a loro stesse e ai loro cari, perché quei soldi usati per ripristinare i danni da loro provocati potrebbero essere utilizzati diversamente”. I Giovani Democratici di Cavriglia e San Giovanni hanno quindi rivolto un appello a tutti i loro coetanei, affinché siano presenti il 2 aprile a Castelnuovo, “per far capire a quelle persone che esiste una comunità che ancora crede nel bene pubblico e che noi siamo molti più di loro”.