Sette città del Valdarno nella classifica dei sessanta comuni più ricchi della Toscana. Rignano sul podio

994

Che il Valdarno fosse una terra ricca lo si sapeva, ma gli ultimi dati economici lo testimoniano ancora più. E il risultato è, per certi versi, davvero considerevole. Nei primi sessanta comuni della Toscana per indice di ricchezza, ci sono ben sette città della vallata. Nell’ordine Rignano sull’Arno, Reggello, Cavriglia, San Giovanni, Montevarchi, Figline Incisa e Terranuova Bracciolini. La classifica, riportata dal quotidiano “La Nazione”, ha preso in esame tutti i 279 comuni del Granducato analizzando i dati sugli imponibili fiscali pubblicati la settimana scorsa dal Dipartimento delle Finanze. La ricerca è stata elaborata dalla start up di studi economici Twig. Al sedicesimo posto regionale troviamo Rignano sull’Arno, primo comune del Valdarno, con un reddito imponibile pro capite di 21.212 euro. Al 33° posto Reggello (19.663 euro) e al 37° Cavriglia (19.535 euro). Seguono, al 46° posto San Giovanni Valdarno, con un reddito pro capite di 19.315 euro, al 57° posto Montevarchi (19.059 euro), al 59° Figline Incisa (19.019 euro) e al 60° Terranuova Bracciolini (19.005 euro). Scorrendo la classifica troviamo poi al 65° posto Loro Ciuffenna, con un reddito imponibile pro capite di 18.949 euro, al 77° posto Castelfranco Piandiscò, con 18.618 euro, all’83° Bucine, con 18.473 euro, al 109° Pergine Valdarno, con 17.954 euro. Il comune valdarnese più “povero” è Laterina, che si piazza al 185° posto con 16.780 euro. La Toscana, in questa sociale graduatoria, si piazza all’ottavo posto in Italia. Il comune del Granducato più ricco è Lajiatico, dove risiede Andrea Bocelli, con un reddito pro capite di 29.739 euro. Il meno ricco è Roccalbegna, nel grossetano, con 12.936 euro.

Clicca qui e scarica la classifica completa