Neve in Pratomagno. In poche ore forte escursione termica con il ritorno dei fiocchi

14015
Immagine di repertorio

Anche se lo avevano previsto nessuno avrebbe creduto che questa ondata di maltempo avrebbe riportato la neve in Pratomagno. Dopo un mese di primavera sui nostri monti sta tornando la dama bianca che oggi, dalle 17.30 in poi, ha salutato di nuovo il “grande monte”del Valdarno.

Dopo le violente folate di vento che si sono abbattute sul versante occidentale della catena montuosa, nuvoloni minacciosi hanno poi fatto cadere al suolo, sopra i 1500 metri di altitudine, un’inaspettata neve di primavera con temperature che in quota sono scese poco sotto lo zero termico. I primi fiocchetti sono arrivati al passo della Consuma per giungere in seguito a Cetica e sulla vetta del Pratomagno.

Per il momento non si tratta di abbondanti nevicate, comunque il suolo sta già imbiancando e le previsioni parlano di altre possibili precipitazioni nella giornata di domani quando dovrebbe passare il nocciolo duro della perturbazione nord atlantica.

Un fenomeno raro quello della neve di aprile ma non straordinario, certo è che per chi dopo settimane di sole aspettava l’estate ha trovato una bella sorpresa. E la sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un codice giallo su tutta la Toscana per l’arrivo di un fronte freddo che ha già portato un rinforzo del vento di Grecale, rovesci sparsi sulle zone interne della regione e nevicate in Appennino fin verso i 1100-1200 metri.
Seguirà un deciso calo termico con la possibilità di locali gelate tardive mercoledì e giovedì mattina. Domani, mercoledì, è previsto ancora forte vento di Grecale.

L’avviso ha validità dalle ore 13 di oggi, martedì 18 aprile, alle 13 di domani, mercoledì 19 aprile. La Protezione civile raccomanda di fare attenzione all’aperto, in particolare in presenza di alberi e strutture temporanee o pericolanti e nei centri urbani. E invita a guidare con attenzione, in particolare sui tratti esposti alla caduta di piante e sassi.