Montevarchi, assestamento di bilancio. Grasso: “Cifre iperboliche, ma è solo propaganda”

488

“Cifre iperboliche stanziate nell’ultimo assestamento di bilancio: solo propaganda”. E’ il commento lapidario del capogruppo di Montevarchi Democratica Francesco Maria Grasso all’annuncio di “quello che il sindaco Silvia Chiassai definisce rafforzamento per le opere pubbliche”.
Scendendo nel dettaglio, l’ex primo cittadino ricorda che i 698 mila euro per la cassa di espansione di Valdilago sono “gli oneri di urbanizzazione che il Comune ha introdotto grazie al lavoro della passata Giunta che approvò e rese possibile l’insediamento Eurospin in via Leopardi. Quelli incassati dall’insediamento – spiega – che l’attuale assessora al Bilancio bocciò, definendolo la pietra tombale del centro storico quando era consigliere d’opposizione. Oggi, improvvisamente, quella variante urbanistica diventa virtuosa e va a costituire il fiore all’occhiello dell’attuale sindaco”.
Peraltro Grasso rammenta che “con la delibera n. 122 del 4 luglio la Giunta ha approvato il progetto esecutivo dell’opera con annesso quadro economico nel quale il costo d’intervento è definito in un milione e 745 mila euro”, ma lo scorso 25 luglio è stata portata in Consiglio comunale la modifica del programma delle opere pubbliche nel quale il costo dell’opera è indicato in un milione.
“Si metta d’accordo il Sindaco, anche assessore ai lavori pubblici, con la sua assessora al bilancio: l’opera idraulica quanto costa veramente? Se costa 1.745.000 euro la maggioranza ha approvato un programma delle opere pubbliche che più che variato pare … avariato, per non dire aria fritta”.
Quanto ai 392 mila euro per i nuovi loculi e ossarini del cimitero di Levane, l’esponente di minoranza ricorda che il progetto è stata eseguito dalla passata amministrazione e che la cifra prevista a bilancio come copertura dell’intervento è inserita come maggiore introito dai servizi cimiteriali. “Sa Chiassai Martini cosa significa? Che Lei potrà realizzare i loculi solo se prima li venderà su carta, su progetto. Insomma, non ha stanziato un bel niente”.