La Sangiovannese pareggia nel finale a Trestina con una zampata di Camilli

376

Buon pareggio della Sangiovannese, che ha impattato 1-1 sul campo del Trestina nel turno infrasettimanale del campionato di serie D. Un pari giusto. Dopo la rete degli umbri al 37′ con Lacheheb, gli azzurri hanno pareggiato in zona Cesarini con una zampata di Camilli. I padroni di casa hanno finito il match in nove contro undici.
Gli azzurri sono scesi in campo con questa formazione:
Valoriani, Kouadio ( 41 st Regoli) Nannini, Bordo ( 15 st Papini) Calori ( 15 st Mugelli) Bini, Bindi, Scoscini, Jukic, Keqi ( 4 st Bucaletti) Kernezo (36 st Camilli) A disp: Scarpelli, Mazzeschi, Testi, Lunghi. All. Iacobelli
La gara ha vissuto un primo tempo avaro di emozioni. L’unico sussulto a tre minuti dal termine, quando il Trestina è rimasto in dieci per l’espulsione di Ridolfi, che ha fatto fallo su Bini, colpito con un pestone.
Nella ripresa dopo un colpo di testa pericoloso di Jukic, con palla fuori di poco e un’incornata di Lacheheb pericolosa, al 34° i padroni di casa hanno usufruito di un penalty per un fallo di Koaudio su Lacheheb. E’ stato lo stesso centravanti umbro a trafiggere Valoriani. Ma il franco-marocchino, che era stato ammonito in precedenza, si è fatto buttar fuori poco dopo per proteste, lasciando i suoi in nove. Così la Sangiovannese si è riversata ancora di più in area avversaria, raggiungendo il meritato pareggio a due minuti dal termine con Camilli, che da pochi ha trafitto l’estremo del Trestina su cross di Bindi.