Montevarchi: cancellato il parcheggio di via Montenero. Grasso: “Scelta ingiustificata”

395

Variante Prada Academy a Montevarchi. Il Consiglio comunale ha approvato di recente le modifiche al piano di recupero dell’ex Pastificio “Muratori” che ospiterà l’università per giovani talenti della moda.
Uno dei più importanti interventi urbanistici della città che si è ripresentato in aula consiliare rivisto e corretto. Tra le opere fuori comparto poste a carico dei proprietari, infatti, è stata sostituita la realizzazione del parcheggio di via Montenero con il completo rifacimento di via Gorizia, piazza Garibaldi e del posteggio di via Colombo. Sono stati confermati, invece, i lavori sui marciapiedi e le aree di sosta in entrambi i lati di viale Diaz.
Scelte contestate dal capogruppo di opposizione Francesco Maria Grasso che, in particolare, critica la decisione di cancellare “un parcheggio con più di 120 posti – afferma – che doveva realizzare Prada durante la ristrutturazione dell’edificio. Nessuna categoria economica né tantomeno i commercianti del centro storico hanno speso una parola di rammarico. Eppure avevamo lavorato per anni nel programmare i parcheggi intorno al centro storico: oltre a via Montenero, quello privato all’ex ospedale e il percorso con il privato per verificare la possibilità di un nuovo parcheggio sul viale Diaz davanti all’ex Banca Etruria nel resede sotto strada. Orbene di questa programmazione tutto insabbiato, cancellato – prosegue – e soppresso senza una ragione o una giustificazione”.
Nel ricordare che il percorso del piano regolatore è “fermo da oltre due anni e in attesa di discussione”, Grasso si rammarica per un lavoro “depennato senza discussione e confronto” e nel silenzio delle forze politiche e dei consiglieri di maggioranza: “Nessono ha esposto una pur minima preoccupazione insieme all’intero sistema delle categorie economiche che tanto avevano richiesto tali investimenti. Credo che la società civile montevarchina dovrà ricominciare a farsi sentire perchè altri tre anni sono lunghi e nel solco dei Giardini Spinelli, della Tabaccaia e della soppressione dei parcheggi di via Montenero altri danni possono arrivare; primo fra tutti – conclude l’esponente di Montevarchi Democratica – la mancata realizzazione delle casse di espansione al Pestello ancora ferme al progetto definitivo realizzato nel 2015 in quanto il sindaco, per proprie dichiarazioni in Consiglio comunale, sostiene che non occorre il progetto esecutivo ( troppo dispendioso) per concorrere ai finanziamenti ed appaltare il lavori”.