Il Consiglio Comunale nella seduta odierna ha adottato il nuovo Piano Strutturale

263

Il Consiglio Comunale di Figline Incisa ha approvato questo pomeriggio l’adozione del nuovo Piano Strutturale . Grande soddisfazione è stata espressa del Partito Democratico “Arriva finalmente a conclusione la prima tappa di redazione della nuova strumentazione urbanistica del Comune di Figline e Incisa Valdarno, un approfondito lavoro di ascolto della cittadinanza e di studio del territorio che ha permesso di disegnare Figline e Incisa per la prima volta unite- afferma in una nota il PD. Un percorso di partecipazione durato tre anni in cui si sono raccolte esigenze, necessità e sollecitazioni di cittadini, attività economiche, associazioni. Più di 20 incontri in cui sono state coinvolte le categorie, le parti sociali, i singoli residenti, tutti chiamati a condividere le strategie per la Città di Figline e Incisa del futuro. Il nuovo Piano Strutturale, adottato oggi in Consiglio Comunale, è uno strumento snello e dinamico per permettere una crescita sostenibile del territorio, in cui si scelgono di coniugare le opportunità di sviluppo con la tutela ambientale e del suolo. Uno strumento di pianificazione costruito su asset strategici fondamentali come il rilancio dell’area industriale di Lagaccioni attraverso la messa in sicurezza idraulica, il recupero del patrimonio edilizio esistente, l’incentivo per le attività commerciali e per la residenza in centro storico, lo sviluppo della ricettività diffusa nel territorio aperto con una spinta positiva per il recupero delle attività agricole e la valorizzazione delle tipicità enogastronomiche, la riconversione dell’ex area mineraria per le attività sportive, turistico-venatorie e per la produzione di energie rinnovabili a servizio del territorio, il contenimento delle emissioni in atmosfera e l’incentivazione degli interventi per l’efficientamento energetico degli edifici, il rafforzamento della rete infrastrutturale. “Grazie al nuovo Piano, frutto del percorso di condivisione con la cittadinanza e sostenuto dal Partito Democratico comunale, potremo finalmente avere un disegno omogeneo del nostro territorio, proiettando Figline e Incisa nei prossimi anni con una rafforzata capacità di accogliere opportunità di sviluppo e cercando, con una strumentazione snella, di dare risposte celeri alle necessità della comunità”.
“Insieme all’adozione del Piano Strutturale abbiamo portato all’attenzione del Consiglio Comunale due questioni fondamentali- ha aggiunto la Capogruppo PD Francesca Farini-: l’eliminazione della previsione di una discarica per ceneri ed inerti a Le Borra dal piano interprovinciale dei rifiuti, che risulta essere una questione già superata dalle volontà delle Istituzioni coinvolte; la richiesta di avviare una vertenza con la Città Metropolitana per arrivare al riconoscimento di Gaville come centro abitato, differentemente da quanto contenuto nella strumentazione della ex Provincia. Le due mozioni garantiranno un pieno mandato all’Amministrazione per richiedere con maggiore forza alle Istituzioni superiori la positiva risoluzione di entrambe le problematiche”.