Montevarchi sportiva in lutto. E’ morto Costanzo Balleri

3015
Balleri con la maglia dell'Inter negli anni '60

E’stato senza dubbio il più grande allenatore della storia del Montevarchi Calcio. E anche quello più amato. Per questo oggi Montevarchi sportiva, e non solo, piange Costanzo Balleri, morto questo giovedì nella sua Livorno all’età di 84 anni. Balleri, che era malato da tempo, è stato un difensore tutta grinta e determinazione e ha giocato anche nella grande Inter di Angelo Moratti.
Nel novembre del 1960 infatti esordì con la maglia nerazzurra nel vittorioso derby con il Milan. Allenatore di quella squadra straordinaria era Helenio Herrera. Con L’Inter Balleri ha giocato 45 partite di campionato, 11 in Coppa delle Fiere e 2 in Coppa Italia segnando una rete. Nel corso della sua carriera da calciatore ha indossato anche le casacche del Torino, della Spal, del Modena e del Livorno. Ma anche del Montevarchi, la società che gli darà poi grandi soddisfazioni come allenatore. Nell’Aquila ha infatti giocato a fine carriera, dal 1967 al 1970, con 77 presenze e due goal.
Ma il vecchio “Lupo”, così lo chiamavano i tifosi aquilotti, ha segnato pagine indelebili nella storia del calcio montevarchino come allenatore, vincendo campionati e regalando al popolo rossoblù annate straordinarie.
Ha guidato l’Aquila nella stagione 1969-70, nel 1972-73, nel 1975-76, dal 1977 al 1980 e ancora nel 1986-87 e dal 1989 al 1991. Da ricordare anche una parentesi nella Sangiovannese. Balleri, infatti, ha seduto sulla panchina azzurra nella stagione 1975-76. Il Montevarchi Calcio, nella persona del presidente Livi, è stato informato della morte di Balleri dalla nipote Rachele. Immediate le condoglianze della società rossoblù.