Allarme di Confagricoltura: sull’ortofrutta produzione in calo del 50%. Prima la siccità, poi le gelate

191

E’ un quadro che si può definire drammatico quello “dipinto” da Confagricoltura Toscana, che ha tracciato un bilancio della produzione di ortofrutta in Toscana. Come ha confermato Antonio Tonioni, autorevole esponente dell’associazione, rispetto alle previsioni, che già non erano rosee, il raccolto della stagione si è dimostrato ancora più ridotto. Anche le zone che sembravano essere state meno colpite d​a gelate e siccità​ ​hanno registrato danni importanti e il raccolto è andato perduto. “Stiamo parlando di un calo che riguarda la nostra regione di circa il 50% della produzione rispetto alla media stagionale con punte fino all’80% – ha detto Tonioni – . Possiamo parlare di circa 250 mila quintali di produzione in meno che equivalgono a circa 25 milioni di euro persi. Il prodotto più colpito è la mela con il 35% di danni per la produzione di mele ‘precoci’ e il 60% per le mele tardive.”
Confagricoltura, a questo punto, attende la formalizzazione dello stato di calamità da parte della Regione Toscana. “Provvedimento già molto in ritardo rispetto alla situazione ormai compromessa di numerose aziende del territorio”, ha concluso Tonioni.