Ieri pomeriggio traffico in tilt tra Montevarchi, San Giovanni e Terranuova. Urge una viabilità alternativa

1016

Un caos assoluto. Che testimonia, ancora una volta, la necessità di realizzare, quanto meno, un nuovo collegamento tra l’area delle Coste a Terranuova e il casello autostradale. Intervento ormai non più rimandabile, in quanto un piccolo incidente o un fuori programma come quello di ieri lungo l’asse Montevarchi-Terranuova manda in tilt l’intera circolazione. E’ stato un lunedì pomeriggio d’inferno per moltissimi automobilisti valdarnesi. La rottura di un semiasse di un camion che trasportava un carico di terra tra la rotonda di Paperina e il Ponte Mocarini ha letteralmente bloccato la circolazione in un tratto di molti km. Traffico in tilt a Levanella, Montevarchi, alla Gruccia di San Giovanni e in tutta l’area attorno al Mocarini.
Addirittura c’è chi ha impiegato un’ora e mezzo per il tratto Levanella-Terranuova. Un caos incredibile che ha fatto ancora una volta saltare all’occhio la necessità, assoluta, di realizzare una nuova valvola di sfogo sullo snodo terranuovese. Una soluzione è la realizzazione della bretella che da località le Coste si collegherà con via Poggilupi. Ci vogliono 15 milioni di euro, un terzo dei quali già finanziato. Abbiamo chiesto al sindaco di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni a che punto siamo.