Sammezzano tra i 12 siti mondiali finalisti dell’edizione 2018 del programma europeo “7 Most Endagered”

621

Il Castello di Sammezzano risulta tra i dodici luoghi mondiali selezionati per l’edizione 2018 del programma europeo “7 Most Endangered”, che identifica i monumenti, i siti e i paesaggi più minacciati in Europa e mobilita partner pubblici e privati ​​a tutti i livelli per trovare un futuro possibile per queste gemme del patrimonio.
La scelta è stata fatta da una giuria di esperti in diversi settori e Sammezzano è l’unico sito italiano presente. Si tratta di luoghi storici a rischio, dislocati in dieci Paesi europei: il centro storico di Gjirokastra, Albania; le chiese post-bizantine a Voskopoja e Vithkuqi, Albania; il centro storico di Vienna, Austria; la fabbrica della lavorazione del carbone di Beringen, Belgio; il Monumento di Buzludzha, Bulgaria; il sistema di funivie di Chiatura, Georgia; il complesso monastico di David Gareji, Georgia; il Castello di Sammezzano in Toscana, Italia (nominato dal Touring Club Italiano); il Casinò di Constanta, Romania; i siti preistorici di arte rupestre nella provincia di Cadice, Spagna; l’orfanotrofio greco di Prinkipo, Isole dei Principi, Turchia; e la fabbrica di ghiaccio di Grimsby, Regno Unito. Alcuni di questi siti sono in pericolo a causa della negligenza o di uno sviluppo inadeguato, altri per mancanza di risorse o competenze.
I 12 luoghi sono stati selezionati tenendo in considerazione sia il loro straordinario valore storico e culturale, sia lo stato di degrado nel quale versano che mette in serio e imminente pericolo la loro esistenza. Anche il coinvolgimento delle comunità locali e l’impegno di attori pubblici e privati per salvare questi siti sono stati fattori cruciali. Un altro importante criterio è stato il potenziale che questi siti possono esprimere come catalizzatori di sviluppo sostenibile da punto di vista sociale ed economico.
“Il 2018 è l’anno che celebra l’unicità del patrimonio culturale europeo e che sottolinea il suo ruolo chiave nella promozione della nostra identità comune e nella costruzione di un’Europa più inclusiva – ha detto Denis de Kergorlay Presidente Esecutivo di Europa Nostra – . Accrescere la consapevolezza e mobilitare in modo diffuso sforzi finalizzati a salvare i siti culturali a rischio in Europa è un altro obiettivo dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Salvare questi 12 siti – ha aggiunto Francisco de Paula Coelho, Rettore dell’Istituto della Banca Europea per gli Investimenti – avrà ricadute positive non esclusivamente sui beni storici e culturali. Gli investimenti genereranno benefici socio-economici a livello locale, regionale e nazionale”.
Grande soddisfazione per la scelta di Sammezzano tra i dodici siti mondiali da salvare è stata espressa dal Comitato “Save Sammezzano. “Ci inorgoglisce moltissimo sapere che in questa sfida, il lavoro progettuale da noi presentato in collaborazione con il Touring Club Italiano, rappresenterà tutta l’Italia”, hanno detto i membri del Comitato.