Servizio scuolabus. Avanti Montevarchi: “Nessun risparmio, i costi peseranno sui cittadini”

418

Affidamento a Puriservizi del servizio di trasporto pubblico locale: “La proposta dell’amministrazione comunale non torna e i costi di organizzazione peseranno sui cittadini che si troveranno a pagare molto di più della media regionale”.
Il gruppo consiliare Avanti Montevarchi dopo aver analizzato i dati contesta la decisione di affidare in forma diretta per 10 anni il servizio alla società partecipata “che attualmente – scrive – non ha né esperienza sufficiente né un responsabile tecnico del settore trasporti”.
Ma sono molti gli aspetti che suscitano perplessità come la percorrenza pro-capite media annua prevista per gli 8 autisti: “16.500 km contro i circa 30.000 registrati nei centri vicini dopo gare d’appalto e attente e puntuali ottimizzazioni delle corse. Soltanto con un vero progetto si sarebbero ottenuti importanti risparmi rispetto a quelli dichiarati”.
Secondo i consiglieri Paolo Ricci e Fabio Camiciottoli le 8 linee previste, inoltre, sono troppe per così pochi chilometri annui e sarebbe stato meglio accorparne alcune “per rendere il servizio più snello e ottimizzare le risorse sia da parte del Comune sia della ditta”.
Quindi il capitolo costi: “il corrispettivo si aggira sui 2,75 euro al chilometro, un importo che paragonato a quello dei comuni limitrofi (1,80 + Iva al 10%) è elevato, fuori mercato” e non si discosta granchè dall’attuale di 3 euro al chilometro”. Ritenuta eccessiva anche la spesa per il ricovero dei veicoli e per le consulenze tecniche. “Considerando che, in generale, si appalta ad un massimo a 2 euro più Iva al 10%, nella più rosea delle ipotesi a Montevarchi si spenderebbe circa 0,60 euro/km in più che moltiplicati per i chilometri annui, quasi 134.000, fa circa 80.000 euro l’anno. Se si moltiplica per i dieci anni d’affidamento si raggiunge una cifra importante, altro che risparmi…”
Non va meglio neppure sul versante nuovo parco macchine, perchè “nell’affidamento non sono indicate le caratteristiche dei mezzi che la società deve acquisire tant’è che, viste le risorse individuate negli ammortamenti, si corre il rischio che, per giustificare i minori costi, ci possano rimettere gli utenti più deboli”.
Ultimo elemento “aver affidato un servizio di scuolabus a 2,75 euro a chilometro senza produrre utili per l’impresa affidataria e perciò senza dare la possibilità alla stessa di migliorare il servizio stesso con investimenti come il controllo satellitare della flotta, telecamere a bordo, localizzazione scuolabus per genitori”.
Insomma, una decisione considerata profondamente sbagliata “in termini organizzativi, economici e politici” e per questo Avanti Montevarchi chiede agli amministratori di rivedere la scelta.