“In cammino per la Pace” da San Pancrazio a Civitella. Sabato la marcia e la presentazione de “I luoghi della memoria”

180

“In cammino per la pace”. Si rinnoverà sabato prossimo, nel 74° anniversario degli eccidi di San Pancrazio di Bucine e Civitella, la marcia “per non dimenticare”, promossa dai due municipi e dal Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace, con l’adesione di Regione Toscana, Provincia di Arezzo e Anci.
Tradizionale il percorso che dal Centro Interculturale don Torelli porterà i partecipanti, dopo una sosta alla Cornia per deporre una corona di alloro al monumento ai caduti, in Val di Chiana.
L’itinerario di nove chilometri richiama alla mente le tragedie che costarono la vita a 123 civili inermi e quest’anno presenta un motivo di interesse ulteriore. Prima della partenza dalla Valdambra, alle 9, verrà presentato il progetto “I luoghi della memoria”.
Si tratta di 29 pannelli informativi collocati in ognuna delle località dove sono avvenute le stragi nel periodo giugno-luglio 1944 e che riportano la storia del fatto e un logo/simbolo realizzato utilizzando l’immagine contenuta in un bassorilievo dello scultore Firenze Poggi, autore di altre importanti opere sul tema. Ciascun pannello contiene anche un Qrcode che consente di collegarsi alla home page del sito web attivalamemoria.eu dov’è consultabile una carta storica con ulteriori informazioni su quei tragici eventi, oltre a tutta la documentazione archivistica, fotografica e video.
A breve, inoltre, l’amministrazione bucinese realizzerà un Percorso/Cammino della Memoria, in collaborazione con i Comuni limitrofi e che si aggiungerà agli altri otto cammini già attivati nel territorio comunale e raccolti nella guida escursionistica della Valdambra “Diario del Viandante”.