Vicenda Chiosi. Il Pd di Firenze e di Figline Incisa esprimono rammarico e invitano alla responsabilità la Simoni

886

Non si placano le polemiche sulla vicenda che, a Figline Incisa, ha visto protagonisti l’assessore Mattia Chiosi e la presidente del consiglio comunale Cristina Simoni, che ha accusato l’amministratore di averla spintonata nel corso di una discussione. Una vicenda esplosa in consiglio comunale, con tutte le conseguenze del caso.
Sul fatto è intervenuto, in queste ore, il Partito Democratico Metropolitano di Firenze e il Pd di Figline Incisa, che hanno espresso estremo rammarico per quanto avvenuto in apertura del parlamentino cittadino il 6 giugno scorso. “Al di là del merito della vicenda, che a questo punto sarà accertata nelle sedi e dagli organi competenti – si legge nella nota – , il Pd tiene a richiamare alla responsabilità coloro che rivestono ruolo istituzionale, rifiutando un utilizzo improprio dello stesso. Pertanto si invita la Presidente del Consiglio Comunale a mantenere tale profilo nello svolgimento del suo ruolo. In considerazione, anche, delle importanti decisioni che saranno chiamati a prendere, in sede istituzionale, nel prossimo futuro”.