Montevarchi aderisce alla campagna di prevenzione oncologica e la fontana della stazione si colora di azzurro

304

Chi questa mattina è transitato da piazza della stazione a Montevarchi avrà notato il colore azzurro delle acque della fontana. Nessuna preoccupazione. E’ il frutto di una decisione adottata dal sindaco Silvia Chiassai, che ha deciso di aderire, come comune, all’iniziativa, promossa da Anci a sostegno due campagne nazionali di prevenzione oncologica della “Lega italiana lotta contro i Tumori” . Due le campagne, “Percorso Azzurro”, che si svolgerà oggi e domani e “Nastro Rosa” che si terrà nel mese di ottobre 2018. La prima cittadina ha quindi disposto che le acque della fontana collocata in piazza Donatori di Sangue si colorino di azzurro, per suscitare l’attenzione della popolazione sul valore fondamentale della prevenzione oncologica, della qualità dello stile di vita e dei controlli sanitari.
Una decisione arrivata dopo la richiesta avanzata dall’Anci e dalla Lega Italiana Tumori, che hanno chiesto ai sindaci dei comuni italiani la disponibilità di illuminare di azzurro i palazzi comunali o un monumento della propria città. Montevarchi ha deciso di porre l’attenzione sulla fontana, situata all’ingresso del centro storico e ben visibile dai passanti. L’acqua che sgorga rappresenta infatti la “vita” da rispettare e da tutelare anche con azioni di prevenzione medica.
“La colorazione di azzurro – afferma il sindaco – mi auguro richiami il cittadino a fermarsi un attimo e a riflettere sull’importanza di prendersi cura di se stessi, malgrado gli impegni quotidiani. E’ sempre giusto favorire iniziative per tornare a parlare di sana alimentazione, attività fisica, lotta al tabagismo, controlli e prevenzione, dedicando a questi argomenti e alle nostre coscienze alcune giornate dell’anno. Tengo anche a ringraziare pubblicamente l’azienda montevarchina Sani Scope Chimica, di via Burzagli, che ancora una volta si è resa subito disponibile a sostenere gratuitamente questa campagna di sensibilizzazione sulla nostra salute”
Il “Percorso Azzurro” è rivolto alla popolazione maschile riguardo alle principali patologie oncologiche. I dati epidemiologici diffusi dalla LILT evidenziano che gli individui di sesso maschile si ammalano e muoiono di più di cancro di quanto non accada alle donne. In Italia, dei circa 370mila nuovi casi di tumore maligno, il 54% è diagnosticato negli uomini rispetto al 46% delle donne. Per questo motivo nelle 106 sezioni provinciali della Lega italiana tumori sarà distribuito da oggi materiale informativo e divulgativo finalizzato a promuovere stili di vita salutari per prevenire il cancro e nei 400 ambulatori delle sezioni LILT, saranno effettuate visite gratuite di prevenzione con la proposizione di suggerimenti o consigli utili sul tema.