Montevarchi: resta in carcere il trentaduenne accusato di tentato omicidio

2043
Il Tribunale di Arezzo

Resta in carcere il trentaduenne che ha tentato di falciare un gruppo di ragazzi in via Calamandrei a Montevarchi.
Il Pm Julia Maggiore ieri nell’udienza di convalida in Tribunale ad Arezzo aveva confermato l’accusa di tentato omicidio formulata dal Commissariato di Montevarchi al momento dell’arresto e la prosecuzione della custodia cautelare e il Gip Fabio Lombardo ha accolto le richieste.
L’episodio risale alle 13.30 di sabato scorso, ultimo giorno di scuola. Il montevarchino al culmine di una discussione accesa con un gruppo di studenti si era messo al volante tentando di falciare i ragazzi, per fortuna senza riuscirci.
Alla scena aveva assistito un poliziotto libero dal servizio che era riuscito a bloccare il trentaduenne, chiamando i colleghi in divisa. In breve erano arrivati sul posto gli uomini di Ps, i carabinieri della Compagnia di San Giovanni e gli agenti della Polizia Municipale del Corpo Associato e il protagonista dell’aggressione, dopo le formalità di rito negli uffici del Commissariato di viale Diaz, era stato associato al carcere di Arezzo.
Oggi il deposito dell’ordinanza e la conferma del provvedimento di carcerazione.