“Congelato” l’accorpamento della Masaccio e della Marconi. Cresce San Giovanni: “Giusta la nostra scelta di non votare”

521

La conferenza dei capigruppo, allargata alle dirigenze scolastiche, che si è tenuta ieri a San Giovanni sull’ipotesi di accorpamento degli istituti Masaccio e Marconi ha portato ad una decisione molto importante: il “congelamento” dell’operazione e l’avvio di un percorso di approfondimento.
Una decisione accolta con soddisfazione dal gruppo Cresce San Giovanni, per il quale sarebbe stato meglio riflettere e approfondire prima, invece di sollevare un polverone “che ha messo le scuole una contro l’altra mettendo in allarme diverse famiglie che desiderano solo una scuola efficiente e sicura per i loro figli”.
Il gruppo guidato da Carbini ha ribadito che è stata giusta la scelta di non votare una mozione inopportuna sopratTutto per i metodi usati. “Peccato che quando lo abbiamo chiesto in consiglio comunale – ha aggiunto – gli stessi che adesso accettano di fermarsi ci hanno accusato di non scegliere. Per la verità il consiglio comunale non sceglie niente perché non è di sua competenza, ma delle conferenze scolastiche zonali, provinciali e regionali. Meglio tardi che mai! – ha concluso la lista civica – . Si potevano evitare polemiche inutili che tutto hanno fatto fuorché fare del bene a San Giovanni e alle sue scuole. Chi governa ha il dovere di scegliere, ma con consapevolezza e, se possibile, la sensibilità che si deve quando si vanno a toccare professionalità e interessi generali”.

L’intervento di Francesco Carbini ieri sera all’ufficio di presidenza