Castelfranco di Sopra: la fontana delle polemiche. Incontro pubblico con amministratori e progettisti

170

Incontro pubblico per discutere del restauro di piazza Vittorio Emanuele a Castelfranco di Sopra che tornerà ad ospitare la fontana del XVI secolo demolita nei primi anni ’50.
Una scelta quest’ultima che ha suscitato un ampio dibattito nel borgo tra favorevoli e contrari e per questo l’amministrazione comunale ha deciso di aprire un processo partecipativo per ascoltare le opinioni dei residenti.
L’intervento di restyling del cuore del borgo arnolfiano, progettato su incarico dell’amministrazione comunale e approvato dalla Soprintendenza di Arezzo Siena Grosseto, prevede il completo rifacimento della pavimentazione stradale, una nuova illuminazione a led, la sistemazione della cisterna e, appunto, la ricostruzione della fontana nelle forme e dimensioni identiche alle originali, come testimoniato da un rilievo conservato nell’archivio storico municipale.
“Alla prima fase progettuale – ricordano dal municipio – hanno partecipato i tecnici con studio in Castelfranco e la proposta condivisa sulla fontana é stata accolta e sviluppata nel progetto definitivo della piazza – affidato all’architetto fiorentino Francesco Barbagli – la cui soluzione progettuale é stata approvata con nullaosta della Soprintendenza”.
Adesso si apre la fase di ascolto degli abitanti, peraltro già iniziata interpellando la Pro loco del paese e alcuni rappresentanti di Comitati paesani interessati al centro storico e l’appuntamento è per lunedì 7 gennaio, alle 21, nella sala del Consiglio comunale. Saranno presenti gli amministratori e i progettisti che “saranno pienamente disponibili ad ascoltare tutti coloro che vorranno portare un contributo culturale e di esperienza, particolarmente per una concreta valorizzazione della piazza restaurata e per valutare, in fase di esecuzione, le scelte operative migliori”.