Aquila. Domani arriva il Gavorrano. I maremmani hanno cambiato marcia

355

Il presidente del Montevarchi Angelo Livi, come molti sportivi rossoblù, avrebbe preferito incontrare il Gavorrano, ospite di riguardo domani al “Brilli Peri”, con il grande ex Rigucci ancora sulla panchina dei maremmani. Al timone dei grossetani, invece, è tornato dal 9 dicembre Marco Cacitti, allenatore che, a sua volta, rappresenta un punto di riferimento nella storia recente del club rossoazzurro. E con la guida del terzo trainer dall’inizio della stagione il Gavorrano ha vinto tre gare su quattro, cedendo le armi di misura solo a Viareggio. Si è anche rinforzato, specie in attacco con l’arrivo di Nicola Lamioni, ed è destinato a risalire la china uscendo dal limbo di metà classifica.
Non sarà un incontro facile, allora, quello che attende il team guidato da Simone Venturi, nonostante le tre vittorie consecutive, il quarto posto e l’impresa dell’Epifania a Bagni di Lucca con il Ghiviborgo. Qualcuno, insomma, potrebbe far notare che neppure per gli ospiti la trasferta valdarnese si preannuncia agevole. Alla vigilia di una partita che, per la qualità degli organici, promette spettacolo e gran pubblico sugli spalti, il tecnico montevarchino non lamenta particolari problemi di disponibilità degli effettivi. “Rosa” al completo, quindi, sebbene non si profilino all’orizzonte troppe varianti di schieramento rispetto al “blitz” in Lucchesia. Tra i pali, se non ci sorgeranno necessità legate all’obbligo delle quote, sarà confermato Pellegrini, al pari dei due ’99 Migliorini e Achy, in difesa. Tognarelli e Salvadori formeranno la coppia centrale di retroguardia e a centrocampo giostreranno capitan Mannella, Amatucci e Donatini mentre Masini avrà il compito di agire dietro le punte Essoussi e Regoli, quest’ultimo voglioso di riscattare gli errori del turno precedente. In corso d’opera le soluzioni alternative saranno Lischi, Biagi, Diarrasouba e Adami.