Accertamenti sui passi carrabili. I 5 Stelle di San Giovanni: “Il Comune naviga a vista…”

1023

Sulla vicenda legata agli accertamenti del canone di occupazione del suolo pubblico, che negli ultimi giorni ha animato il dibattito a San Giovanni, è intervenuto nelle ultime ore il Movimento 5 Stelle, che si è chiesto cosa sia stato fatto nel periodo 2013/2018 nei bilanci dell’ente comunale in termini di accertamenti e previsioni di incassi.
I pentastellati hanno ricordato che, negli ultimi due anni, la Giunta Pd ha proposto un documento di programmazione nel quale si facevano valutazioni sulla COSAP molto precise. “Valutazioni – ha aggiunto il Movimento – che alla luce di quello che sta accadendo dimostrano un certo navigare a vista preoccupante. I nostri dubbi sui bilanci di previsione e i documenti allegati diventano certezze, specie se rileggiamo quella frase scritta nel DUP 2018/2020 fotocopiata nel DUP 2019/2021, quando si parla di COSAP e si evidenzia che l trend storico degli ultimi tre anni ha visto un gettito oscillante in lieve flessione. Forse – hanno detto i 5 Stelle – nell’ultimo triennio la lieve flessione era dovuta a mancanza di accertamenti, ci verrebbe da pensare”.
Il capogruppo Tommaso Pierazzi si è chiesto se, a questo punto, non sia il caso di prevedere, insieme ai cittadini colpiti da questa tegola improvvisa, un piano di rateizzazione dell’importo dovuto.
Anche perché – ha proseguito – molti sangiovannesi potevano essere veramente ignari del canone da pagare in quanto pensavano che il pagamento fosse dovuto solo da chi fa richiesta di un passo carrabile”.
Insomma, per i pentastellati, una volta appurato chi effettivamente dovrà pagare la tassa, l’amministrazione comunale dovrebbe prevedere un piano di rientro rateizzato, togliendo però qualsiasi sanzione per i tardati pagamenti. “Questo anche perché la Giunta Pd deve prendersi la sua parte di responsabilità. Negli ultimi decenni – ha sottolineato il Movimento – ha completamente perso ogni dialogo con i cittadini, sia in termini di informazione ma soprattutto di ascolto, e il caso sangiovannese ricorda molto le polemiche nazionali. Infine, tornando al lato politico della vicenda ci viene spontanea una domanda: Quanti soldi abbiamo perso per le casse comunali negli anni precedenti al 2013?”.
I 5 Stelle hanno previsto un punto di ascolto il martedì e il giovedì in via della Madonna 33 dalle 18,30 alle 20.