Denunciato per ricettazione dalla Polizia di Montevarchi. A bordo della sua auto strumentazione musicale rubata in una discoteca

608

Dovrà rispondere di ricettazione un albanese di 42 anni residente in provincia di Pistoia, fermato il 10 gennaio scorso dagli uomini del Commissariato di Polizia di Montevarchi in zona casello Valdarno. L’uomo probabilmente stava per vendere della strumentazione audio musicale rubata da ignoti un anno fa all’interno della discoteca Papillon di Monteroni d’Arbia. Per lui è scattato il deferimento. Le indagini per il furto erano partite da tempo e giovedì scorso gli agenti hanno provveduto al controllo di un’autovettura Audi A5 condotta dal 42enne, che si trovava nei pressi di via Poggilupi a Terranuova. Qui, in base alla ricostruzione della Polizia, avrebbe dovuto incontrare un acquirente del materiale trafugato all’interno del locale, ovvero quattro casse, una cassa subwoofer e due amplificatori audio, che si trovavano all’interno della vettura. L’uomo è stato portato negli uffici del Commissariato per essere ascoltato e quando gli è stato chiesto da dove arrivavano gli oggetti, ha precisato di aver acquistato il tutto sul mercato dell’usato, senza però riuscire a dare indicazioni sull’esatta provenienza.
Nel frattempo era stato chiamato il titolare della discoteca, che è arrivato a Montevarchi e ha riconosciuto il materiale rubato.
In seguito a successivi contatti con i dirigenti delle Squadre Mobili di Arezzo e Pistoia, è stata poi effettuata una perquisizione domiciliare a Lamporecchio, nel pistoiese, che ha permesso di rinvenire a casa dell’albanese altro materiale audio musicale (mixer, microfoni, pianole, impianti di audio diffusione del valore di svariate decine di migliaia di euro), sulla cui provenienza continuano ad indagare gli uomini della Squadra Mobile di Pistoia, d’ intesa con quelli del Commissariato. L’uomo è stato denunciato.