Reggello sotto choc per la morte di Maurizio Scarpelli. Ma lo ricordano tanti colleghi da ogni parte della Toscana

2362

E’ una comunità sotto choc quella di Reggello per la tragica fine di Maurizio Scarpelli, il 53enne, reggellese d’origine, scomparso ieri sui cieli della Valle d’Aosta. Il suo elicottero si è scontrato con un piccolo aereo di turismo. Il profilo Facebook di Scarpelli è stato inondato di messaggi, molti dei quali sono arrivati anche da colleghi di tutta la Toscana. C’è, ad esempio, chi ha condiviso con lui tantissimi viaggi di protezione civile internazionale nei Balcani o chi, come la Vab di Lucca, ha voluto ricordare la sua presenza in occasione dei tragici roghi del Monte Serra.
“In un incidente durante il sorvolo del ghiacciaio Rutor, nella Valle di La Thuile in Val d’Aosta, al confine con la Francia, è mancato Maurizio Scarpelli, pilota molto esperto di elicotteri – si legge nel post -. I nostri volontari della VAB Lucca e anche delle sezioni vicine lo conoscevano bene. C’è anche chi aveva stretto con lui saldi legami di amicizia. Maurizio da alcuni anni, in estate, durante il periodo di alto rischio per gli incendi, era il pilota di Eli Lucca. Tutti noi ci associamo al dolore della sua famiglia. Grazie Maurizio”.
“Tutto lo staff del centro di addestramento AIB di Regione Toscana e tutta la Dream, piange un grande amico, una bella persona, un pilota esperto e capace – si legge in un altro messaggio – . La grande famiglia del sistema Aib si stringe alla sua famiglia in questo dolore immenso. Siamo destinati ormai sempre più spesso, a vederci strappati cari affetti, angeli che restano nel cielo, e che raggiungono tanti altri cari amici, che se ne sono andati facendo quello che amavano. Maurizio, ne abbiamo fatte tante insieme, non mi sembra vero, non ci sembra vero. Il destino ci separa. Mai avrei voluto ricevere questa telefonata. Oggi il cielo piange, e noi con lui. Sarà dura senza di te, sarà durissima non vedere più il tuo casco bianco-rosso…”.
Anche il gruppo “Le Manette del Valdarno” ha voluto omaggiarlo con un bellissimo ricordo. “Grazie dei “voli” che hai fatto con noi, sui nostri raduni, sulle nostre feste, sui nostri sogni, che hai concretizzato anche con l’aiuto di Michele, il tuo coopilota, che vogliamo stringere in un abbraccio e che aspettiamo sempre qui da noi perché questa è casa vostra… – si legge nel post – . Non sei stato solo una “Manetta”. Grazie alla tua generosità sei stato sempre un punto di riferimento che, lo sappiamo, ci mancherà! Il momento del saluto di “Elighibli”, ai raduni sarà sempre un po’ triste da ora, rispetto le gioie che ci hai regalato. Grazie Maurizio. Per tutto. Te continuerai a volare su di noi, in fondo hai solo cambiato mezzo. Noi ti potremo solo immaginare mentre col tuo sorriso, la tua polo blu e la tua amicizia ci manderai un saluto da dietro quel parabrezza, volteggiando da lassù…”.
Profondo cordoglio è stato espresso anche dal Governatore della Toscana Enrico Rossi: “”Scarpelli era molto apprezzato in Regione Toscana per la sua attività di pilota, molto amato dai compagni dell’antincendi boschivi e della Protezione civile, dove operava da oltre dieci anni – ha detto Rossi – . Era considerato uno dei riferimenti con maggior esperienza. Esprimo il massimo cordoglio mio, della Giunta e dell’intera struttura regionale alla famiglia, agli amici ed ai compagni di Scarpelli per la tragica perdita di una persona di grande valore”. Il presidente ha ricordato che Scarpelli stato tra i protagonisti in positivo dello spegnimento del grande incendio dei monti pisani del settembre scorso. “A lui ed ai suoi colleghi – ha concluso – andrà per sempre la nostra riconoscenza”.