Valdarno: allarme ghiaccio in strade e marciapiedi

334

E’ allarme ghiaccio in Valdarno. Le temperature della notte hanno formato delle pericolose lastre in tutte le strade principali.

A Castelfranco Piandiscò il Comune ricorda che ieri pomeriggio e durante la sera gli operai, la Polizia Municipale e le ditte con gli spalaneve e gli spargisale hanno operato su tutto il territorio comunale, ma la pioggia della notte e l’abbassamento delle temperature hanno asportato il sale e generato il ghiaccio.
Tutti gli operai sono al lavoro, ma si invitano i cittadini a limitare l’uso delle auto e a prestare la massima attenzione.

A Cavriglia, dove ieri si sono registrate nevicate abbondanti, gli operai del Comune insieme alla squadra esterna della Provincia hanno lavorato per tutta la notte con mezzi spazzaneve e spargisale per battere le strade del territorio.
“Nonostante ciò – ricordano gli amministratori . dobbiamo anche dire che non siamo un comune di montagna e per questo non abbiamo un numero di mezzi sufficienti per far fronte in tempi rapidi a situazioni di emergenza che, per fortuna, si verificano raramente.
I primi interventi sono stati effettuati sulle viabilità principali per accedere ai paesi, ai distretti sanitari, alle scuole, alle farmacie, in generale ai luoghi di “prima necessità”.
Il comune di Cavriglia ha un territorio molto grande la cui popolazione è suddivisa in viaria frazioni e in moltissime case sparse. Ci troviamo a gestire centinaia di chilometri di viabilità e cercheremo di intervenire ovunque. Vista la situazione però vi chiediamo un po’ di pazienza”. Anche in questo caso l’invito è a mettersi in viaggio solo se necessario e a prestare la massima attenzione anche nella percorrenza di camminamenti e marciapiedi in quanto ancora non trattati con sale.

A Montevarchi ghiaccio anche sulla Regionale 69 e polemiche sui social anche per la decisione di tenere aperte le scuole. E il Comune informa che sta provvedendo a spargere sale lungo le zone più a rischio del fondovalle (sottopassi, zona ospedale, rotatorie, zona stazione,) con tutto il personale a disposizione dell’ente.
“Ieri le squadre hanno lavorato tutto il giorno lungo le strade collinari senza interruzione, ma questa notte nel fondovalle un improvviso rasserenamento ha ghiacciato le strade. Le squadre sono tornate al lavoro dalle 4”.
I mezzi di trasporto scolastico stamani non hanno svolto il servizio di andata e per il ritorno si valuterà nel corso delle prossime ore l’evolversi della situazione meteorologica.
L’invito ai cittadini è a prestare attenzione a muoversi sia in auto sia a piedi lungo le strade in queste ore a causa della presenza del ghiaccio.

A Terranuova il sindaco Sergio Chienni ricorda che i mezzi (spargisale e la pala per rimuovere prima la neve e poi il ghiaccio) sono in azione ininterrottamente da ieri sera.
“La combinazione delle condizioni meteo è stata particolarmente sfavorevole – scrive – perché prima della neve e dell’abbassamento delle temperature è piovuto molto e lo spargimento del sale sulle strade bagnate dalla pioggia purtroppo è meno efficace. Salvo che a Monticello, il trasporto scolastico risulta in funzione ovunque seppur con un po’ di ritardo sul consueto orario. Nei punti più critici i pulmini hanno davanti i mezzi comunali”.

A Bucine scuole chiuse con ordinanza sindacale emessa nella tarda serata di ieri e anche qui strade ghiacciate soprattutto nelle frazioni. La Protezione Civile consiglia di limitare gli spostamenti se non in caso di estrema necessità.

A San Giovanni continua il lavoro degli operai e dell’ufficio tecnico del Comune per ripristinare nel più breve tempo possibile le normali condizioni di viabilità. “Le squadre hanno lavorato tutta la notte – scrivono gli amministratori – ma in alcuni punti le difficili condizioni meteo potrebbero aver reso meno efficace i mezzi di contrasto. Si raccomanda la massima prudenza e di segnalare eventuali criticità”.