Lanterne il cielo per il 19° compleanno di Massimiliano Galasso, il ragazzo morto tre anni fa per un incidente stradale

895

Lunedì 18 febbraio sarà una data importante per chi ha amato Massimiliano Galasso, il ragazzo della Cicogna di Terranuova morto nella primavera estate del 2016 per un incidente stradale. E’ infatti il giorno del suo 19° compleanno. Utilizziamo il presente, e lo facciamo di proposito, perché Max ancora vive nei cuori dei tanti che gli hanno voluto bene. Genitori, fratello, amici, conoscenti che anche quest’anno festeggeranno il compleanno di Massimiliano a modo loro, ritrovandosi alle 20,45 a San Giovanni, in Lungarno Don Minzoni e facendo volare in cielo tante lanterne colorate.
Un terribile incidente stradale con il suo ciclomotore pose fine all’esistenza di questo ragazzo solare, benvoluto da tutti. Studente del Vasari, la lancetta della sua vita si è fermata per sempre il 22 maggio 2016. Era un sabato sera. Max tornava proprio da San Giovanni, dopo una serata trascorsa con gli amici tra i profumi, i suoni e i colori del Mercato Europeo. In sella alla sua Motard 50 era diretto alla Cicogna, la piccola frazione terranuovese dove viveva con la famiglia. Lungo viale Europa, appena ai margini del centro storico di Terranuova, l’urto improvviso con una Peugeot Cabrio 30. Violentissimo l’impatto, con l’Aprilia che scivola sull’asfalto e si blocca dopo una decina di metri, mentre il giovane, col casco integrale regolarmente allacciato, è scagliato sul muretto semicircolare di recinzione della villetta d’angolo. Un urto terribile che in seguito si rivelerà fatale per l’adolescente. Massimiliano, ricoverato in rianimazione dopo i soccorsi del 118, si arrenderà dopo due ore.