Rifiuti. Intesa tra Palazzo Varchi e Sei Toscana. Aggiornamento delle banche dati nell’ottica del nuovo sistema di raccolta

286

Ieri a Siena, nella sede di Sei Toscana, è stato firmato il protocollo d’intesa fra il Comune di Montevarchi e il Gestore unico dei rifiuti dell’Ato Toscana Sud nell’ambito del progetto “Smart cities”, promosso dalla Regione Toscana. Grazie all’accordo i due enti potranno scambiarsi reciprocamente informazioni e dati per ottimizzare i tempi del lavoro, migliorare l’accesso alle informazioni, superare la frammentazione e i rallentamenti della burocrazia. Ciò consentirà, ad esempio, di disporre di un quadro più chiaro per l’avvio della sperimentazione di modelli di raccolta ad accesso controllato che saranno attivati a breve nel territorio di Montevarchi. Il nuovo sistema di raccolta, una volta a regime, consentirà infatti di associare ogni conferimento alla singola utenza e, in futuro, calibrare la tariffa sulla base dei rifiuti effettivamente prodotti e sulla concreta volontà dei cittadini di effettuare la raccolta differenziata. E’ la cosiddetta tariffa puntuale.
“La nostra Amministrazione, nella seconda metà del 2018, ha avviato una serie di contatti con le Utilities dei servizi per ottenere proposte di innovazione così da rendere più efficiente la pubblica amministrazione con ricadute sulla cittadinanza in termini di miglioramento e di controllo sul servizio svolto – ha detto Silvia Chiassai Martini, sindaco di Montevarchi –. Sei Toscana si è resa subito disponibile al progetto, manifestando l’interesse a sviluppare dei sistemi di aggiornamento delle banche dati. La firma di oggi – ha aggiunto – ci permetterà non soltanto di avviare il percorso verso i nuovi sistemi di raccolta che andremo ad attivare sul territorio con una maggiore conoscenza e controllo, ma anche di mettere il Comune in linea con gli altri centri più grandi e importanti della regione che stanno già realizzando programmi mirati alla promozione delle ‘smart-cities’”. L’intesa con Sei consentirà anche di accedere ai finanziamenti europei o nazionali, mediante il Programma regionale di Sviluppo.
“Abbiamo accolto con grande soddisfazione l’invito del Comune di Montevarchi a collaborare a questo interessante progetto – ha detto l’amministratore delegato di Sei Toscana, Marco Mairaghi -. La firma di questo protocollo d’intesa rappresenta per noi un ulteriore e concreto strumento di collaborazione con le Amministrazioni comunali del territorio, funzionale a migliorare e rendere sempre più innovativi i servizi di raccolta dei rifiuti. Grazie all’implementazione di sistemi innovativi di aggiornamento delle banche dati infatti – ha proseguito Mairaghi – , sarà possibile introdurre l’applicazione della tariffa puntuale. L’obiettivo che condividiamo con l’Amministrazione comunale è quello di dare vita ad un percorso nel segno dell’innovazione, che consenta di garantire al territorio e ai cittadini una gestione dei servizi sempre più efficiente, innovativa e sostenibile”.