Sangiovannese-Montevarchi, eterno fascino. Pronti per il derby n.98 della storia. I numeri di Leonardo De Nicola

547

Il derby del Valdarno numero 98 in programma domenica allo stadio “Fedini” rappresenta di questi tempi quasi una novità, visto che degli ultimi 7 incontri (compreso quello annullato del 9 ottobre 2011 in Eccellenza) ben 6 si sono giocati al “Brilli Peri”.
Si torna a giocare dopo 17 mesi allo stadio sangiovannese, dopo il 2-0 rossoblu che aveva momentaneamente ristabilito la parità in campionato fra le due squadre, subito annullata dal 3-2 dell’andata della Sangiovannese, che ha visto la decima vittoria azzurra negli ultimi 19 confronti giocati contro le sole 4 affermazioni degli aquilotti.
Un dato questo che di fatto appare decisivo per affermare la supremazia del “Marzocco” nel computo dei 97 incontri totali fino ad ora giocati fra campionato, coppa Italia, coppa Toscana e coppa Umberto Volpi, quest’ultima degli anni ’30.
Ecco comunque il riassunto generale della gare disputate fino ad oggi: 97 partite, con 35 vittorie della Sangiovannese, 28 vittorie del Montevarchi e 34 pareggi. Con 108 reti azzurre e 84 rossoblu.
Sono 71 i derby giocati in campionato a livello di serie C, C2, serie D, Promozione, Prima e Terza divisione Toscana, con 22 vittorie della Sangiovannese, 21 vittorie del Montevarchi e 28 pareggi.
Sarà questo il derby numero 48 sul campo Sangiovannese, di cui, 34 di campionato, 11 di Coppa Italia, 1 di Coppa Toscana e 1 di Coppa Volpi con 23 successi azzurri, 10 successi rossoblu e 14 pareggi.
34 gli incontri di solo campionato disputati nei due storici impianti della città del “Marzocco” ovvero il vecchio “Galli” e l’attuale “Virgilio Fedini”, inaugurato nel 1966.
Qui si riscontrano 15 vittorie dei padroni di casa, 8 per gli ospiti e 11 pareggi.
Sì va dallo 0-0 del 22 Dicembre del 1929 allo 0-2 dello scorso campionato con i gol di Essoussi e Rossetti.
A San Giovanni in gare di campionato il risultato che manca da più tempo è il pari e più precisamente dal 22 Aprile del 2001, con la gara che terminò sullo 0-0 .
Sono 9 le partite giocate a marzo con gli azzurri padroni di casa, ma mai in data 17. La Sangiovannese ha vinto 4 volte e il Montevarchi 2, ma il 14 marzo del 1954 gli aquilotti si imposero addirittura per 6 reti a 0 in trasferta con tre gol di Furiani, uno a testa per Alvoni, Bruschi e Cecchini, passando avanti di 4 reti già al riposo.
Delle 15 vittorie azzurre davanti ai propri tifosi la più larga resta il 5-0 del 10 aprile del 1949 con 3 gol del figlinese Piero Donati, uno di Remo Bronzi e di Rossano Boni, uno dei pochi giocatori ad essere andato a segno con entrambe le casacche. Il derby è stato giocato dall’una e dall’altra parte da 13 giocatori, mentre Piero Braglia e Costanzo Balleri hanno guidato azzurri e rossoblu dalle due panchine.
Passetti e Brandolini sono i cannonieri con 5 realizzazioni a testa, Luciano Ravenni e Giovanni Poli con 17 presenze guidano la lista dei più fedeli. Fra i marcatori anche qui c’è equa suddivisione così come fra i pluricannonieri di una sola partita; 3 le reti messe a segno nei 90 minuti dagli azzurri Donati e Tampucci e dai rossoblu Bacci e Furiani. In questa ottica sono comunque già a 3 segnature nei derby sia Essoussi che Di Santo, quest’ultimo con una doppietta in occasione del 3-3 estivo di Coppa al “Brilli Peri” finito poi con la vittoria ai calci di rigore del Montevarchi.
I due confronti stagionali hanno fino ad ora visto ben 11 reti all’ attivo.
Le due squadre in 92 anni di storia comune sono state nello stesso campionato solo 35 volte, vale a dire meno della metà: 17 volte il Montevarchi ha preceduto i rivali in classifica, 16 volte ha avuto la meglio la Sangiovannese, in 2 occasioni hanno terminato il torneo a pari punti.
Sono 2 i derby giocati in campo neutro: nel 1945 a Santa Croce sull’Arno per motivi di ordine pubblico dopo l’affaire Pieraccioli e nel 1979 ad Arezzo per gli spareggi di C2 .
Tanti gli allenatori anche celebri che hanno vissuto la sfida dalla panchina: la lista delle presenze è capeggiata sempre dal grande Francesco Petagna con ben 17 derby vissuti a guidare la squadra azzurra.
E sono stati anche 17 gli anni di astinenza da derby, vale a dire il periodo più lungo dal 1983 al 2000 con la supremazia montevarchina, mentre dal 2004 al 2017 la storia ha fatto segnare la prevalenza della Sangiovannese.
Ma la sfida “stravaldarnese” ha avuto anche il privilegio di avere nella sua storia fatta di 97 occasioni, arbitri poi destinati ad una grande carriera. 3 volte il derby è stato diretto da Pierluigi Pairetto di Torino, 3 da Lanzetti di Viterbo, 2 da Pieri padre, di Genova, da Patuelli di Ravenna, Mazzoleni di Bergamo e Rastelli di Firenze. E poi ancora Gemini, Poggipollini, Ciulli, Panzino, Palanca, Bergonzi, Marino, Velotto, Altobelli.
18 i fischietti toscani in tutti questi anni di grandi incontri e di forti emozioni.
Al pari di Legnano-Pro Patria, Teramo-Giulianova, ad esempio, Sangiovannese-Montevarchi fa parte di quella storica galassia dei confronti di campanile celebri in tutta Italia.

Buon divertimento e buon derby a tutti!