San Giovanni. Ci sarà accordo tra Vadi e Frosali? Nei prossimi giorni l’assemblea del Pd. Gli altri scenari elettorali

378

Tra due mesi San Giovanni andrà al voto per eleggere sindaco e consiglieri comunali e ad oggi l’unico candidato, o per ,meglio dire candidata sindaco è Valentina Vadi, dell’Alleanza Civica, Democratica e Progressista. Sabato mattina, in piazza Cavour, in occasione del mercato settimanale, la Vadi e i suoi sostenitori hanno incontrato i cittadini per ringraziarli degli oltre 1.200 voti ottenuti alle Primarie, che le hanno consentito di battere il competitor Andrea Frosali, che ha conquistato comunque un ottimo risultato, oltre 950 preferenze. Un dato significativo, che spinge verso un accordo tra le due “anime” del centro sinistra per presentarsi compatti alle prossime amministrative. Questa settimana è prevista l’assemblea del Partito Democratico e come ha ricordato Valentina Vadi sarà comunque l’Alleanza a decidere i prossimi step e quindi anche l’eventuale intesa con Frosali. L’ex segretaria del Pd si è detta comunque disposta e convinta ad incontrarlo e il faccia a faccia, che si potrebbe tenere nei prossimi giorni, potrebbe sancire un accordo che però non è scontato.
Lo stesso avvocato sangiovannese, nel ringraziare gli elettori, è stato chiaro. “Intorno a noi – ha detto – si è creata un’ area politica consistente fatta di tante persone che hanno creduto nella mia proposta, nel nostro gruppo e nei temi che abbiamo pensato per la città. Quest’area è parte consistente di questa alleanza di centrosinistra e ne rappresenta un valore aggiunto. L’auspicio è che chi ha vinto le primarie con merito sappia riuscire a valorizzarla con la dovuta attenzione”. Sul fronte civico il candidato, a meno di sorprese dell’ultim’ora, dovrebbe essere Francesco Carbini, appoggiato da tre o quattro liste. L’ufficialità della candidatura potrebbe arrivare i primi di aprile e a quel punto partirà la campagna elettorale. Carbini, nel 2014, perse le elezioni al ballottaggio con Maurizio Viligiardi. Quest’anno punta senza mezzi termini a conquistare il comune. Anche i 5 Stelle non hanno ufficializzato il candidato e non è detto che sia Tommaso Pierazzi, attuale capogruppo. Non è esclusa infatti una sorpresa. Sul fronte centro destra, la Lega, questa settimana, dovrebbe sciogliere le riserve. Tra i papabili Roberto Martini, ma non è l’unico candidato possibile. Il partito di Salvini, che riunirà tutta l’area di centro destra, potrebbe optare anche per una donna.