Terranuova Traiana ad un passo dalla storia. Domani a Firenze finale di Coppa Italia con il Cascina

477

Tutto è pronto per la finalissima di Coppa Italia di promozione, in programma domani alle 15,30 allo stadio Gino Bozzi di Firenze. Alle Due Strade il Terranuova Traiana affronterà i pisani del Cascina. Dopo aver eliminato nel primo turno la Castelnuovese battuta in trasferta 1-0 con gol di Corsi e l’Arno Castiglioni Laterina superato al Matteini 4-0 con reti di Mattesini, Massai e doppietta di Rovai, i biancorossi hanno superato i successivi livelli vincendo sempre in trasferta. Negli ottavi, il 24 di ottobre, un secco 2-0 al Soci grazie ad una doppietta di Sacconi. Nei quarti, il 21 novembre, 2-1 a Gaiole contro la Chiantigiana con vantaggio iniziale di Tomberli e suggello finale di Massai al 92′. In semifinale infine il 6 febbraio altro 2-1, stavolta alla Rufina contro l’Audax, grazie a Sacconi prima e nuovamente Massai al 92′.
Dall’altra parte ci sarà un Cascina che in semifinale ha eliminato il Montespertoli battuto 2-0 in casa, nei quarti ha avuto la meglio sull’Armando Picchi superato a Livorno 3-1 e negli ottavi si è sbarazzato della Pontemolese sconfitta di misura a domicilio, mentre ha passato il primo turno grazie alla migliore differenza reti sull’Urbino Taccola dopo questi risultati: Urbino Taccola-Unione Tempio Chiazzano 2-1, Chiazzano-Cascina 0-2, Cascina-Taccola 1-1.
Al Bozzi arbitrerà la finale Andrea Zoppi di Firenze, uno dei fischietti top del panorama regionale, in rampa di lancio per la promozione a fine stagione alla Commissione Arbitri Interregionali, la cosiddetta Can/Scambi. In caso di parità al novantesimo, verranno disputati i tempi supplementari e persistendo la parità al 120’ si andrà alla lotteria dei calci di rigore. Chi vince, oltre a portarsi a casa trofeo e medaglie succedendo nell’albo d’oro ai senesi della Chiantigiana, guadagnerà il pass per gli spareggi regionali di fine maggio dove, insieme alle vincenti dei play-off dei tre gironi di Promozione, verrà messo in palio un posto per il prossimo campionato di Eccellenza. A patto di non aver vinto ovviamente il campionato.