Terranuova: rubano vestiti. 4 arrestati in flagranza dai Carabinieri, 2 minorenni denunciati.

1135

I Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno hanno fermato nel tardo pomeriggio di ieri una banda composta da sei ragazzi, tutti di origine albanese, quattro maggiorenni e due minorenni, residenti nel comune di Pontassieve.
Il gruppetto si era recato nel negozio un noto rivenditore di articoli sportivi a Terranuova Bracciolini e una volta all’interno si era diviso in coppie alternando i ruoli di “ladro” e “palo”, con una tecnica tanto banale quanto efficace: uno prendeva i capi dagli scaffali e, dopo aver tolto il dispositivo antitaccheggio in camerino, li indossava sotto i propri abiti; l’altro gli copriva le spalle avvisandolo di eventuali movimenti sospetti dei commessi.
In questo modo riuscivano a prelevare vestiti di note marche sportive per un valore complessivo di circa 300 euro. Le mosse dei giovani però sono state notate dal proprietario del negozio che ha immediatamente chiamato i Carabinieri.
Intervenuti in forze, i militari li hanno fermati e condotti in caserma. Dai successivi accertamenti è emerso come i maggiorenni, di età compresa tra i 18 e i 21 anni, avessero quasi tutti dei precedenti di polizia specifici per reati contro il patrimonio, come il furto aggravato e la ricettazione, ma anche per spaccio e atti di bullismo in istituti scolastici. Uno di loro, inoltre, era già stato condannato per furto a due anni di reclusione – pena sospesa – mentre un secondo aveva l’obbligo di dimora nella provincia di Firenze e per questo è stata fatta una specifica segnalazione. Gli adolescenti, incensurati, invece, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura dei Minori di Firenze.
I quattro maggiorenni sono stati posti agli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di celebrare l’udienza direttissima in programma nella giornata di domani; per un arrestato si è dovuto procedere al trattenimento in cella di sicurezza in quanto, riaccompagnato a casa dalla pattuglia dell’Arma, con la quale aveva avuto un atteggiamento sprezzante e ai limiti del deferimento per resistenza, è stato letteralmente preso a calci dal padre che non ha esitato a buttarlo fuori dall’appartamento.
I capi di abbigliamento rubati sono stati restituiti al titolare negozio. Per tutti e quattro i maggiorenni sarà richiesta la misura di prevenzione del foglio di via dal comune valdarnese.