Mobilità in Valdarno: primi risultati incoraggianti per il nuovo servizio di trasporto pubblico

390

E’ entrata in vigore da pochi giorni e alcune delle novità introdotte devono ancora andare a regime, ma la risposta degli utenti è incoraggiante. A tracciare il primissimo bilancio del nuovo servizio di trasporto pubblico MIV, Mobilità in Valdarno, sono gli organizzatori che si dicono soddisfatti perchè i cittadini hanno compreso la portata rivoluzionaria del sistema.
“Restano alcuni aspetti da affinare, in relazione agli orari e alla loro presenza su tutte le paline, ma tutto sarà pienamente a regime nei prossimi giorni. Di fronte a un servizio che cambia in modo sostanziale la mobilità – spiegano – era facile prevedere un breve periodo di assestamento. Peraltro abbiamo scelto di forzare i tempi e di far iniziare il MIV a maggio proprio per testarlo nelle ultime settimane dell’anno scolastico, in modo da monitorare la risposta degli studenti e aggiustare, eventualmente, orari e dettagli per la ripresa delle lezioni a settembre”.
“Detto questo riteniamo di dover ringraziare nuovamente tutti i comuni del Valdarno che hanno creduto fortemente nel progetto e si sono posti come parte attiva per la sua realizzazione. Grazie a loro e al ruolo decisivo, in termini economici e di volontà politica, della Regione, è stato possibile arrivare a definire un progetto che ha l’ambizione di diventare pilota per altre aree della Toscana”.
Il monitoraggio proseguirà nelle prossime settimane al pari delle iniziative di comunicazione per informare la cittadinanza. Sono già stati programmati infine incontri con i responsabili delle scuole superiori e delle principali aziende della vallata per recepire le richieste e, qualora fosse necessario, modificare gli orari.