Figline Incisa verso le elezioni. Raspini: “Noi siamo un’alternativa, non la stampella del Pd”

282

Si accende la campagna elettorale di Figline e Incisa Valdarno. Il Polo civico, guidato da Daniele Raspini, ha rivendicato in queste ore il suo ruolo. “Noi ci presentiamo come alternativa vera e concreta al Pd e al sistema dei partiti, come forza di governo capace di guidare il Comune e non come stampella di chi in questi anni ha determinato una situazione di immobilismo, di isolamento e di inefficienza sul piano amministrativo – ha detto Raspini – . Così come non possiamo riconoscerci in una Destra capace solo di alzare barricate e senza proposte reali che non sia il ripetere a memoria le parole di Salvini. Noi siamo la vera alternativa di governo”.
La squadra in suo appoggio ha precisato che il polo civico è nato per un’esigenza ben precisa: dare risposte a quei cittadini che non si riconoscono più nel sistema dei partiti, in cui la ragion politica ha la meglio sui bisogni. “Secondo noi – ha proseguito il candidato a sindaco – Figline Incisa ha la necessità di un paradigma nuovo nel suo modo di sentirsi comunità, per questo c’è bisogno di un forte cambiamento per tornare ad essere, tutti insieme, protagonisti. Una visione del futuro ben rappresentata nel nostro programma, dove si evidenzia la volontà di guardare avanti con capacità di investimento sul territorio, senza gravare sulle tasche dei cittadini, per generare nuova occupazione”. Per il polo civico è poi necessario riqualificare i centri storici e attrarre nuovi insediamenti produttivi nelle aree urbanizzate applicando norme per il rispetto dell’ambiente e senza ulteriore consumo di suolo. “Occorre poi un piano per il sociale, per aiutare le famiglie in difficoltà e andare incontro alle esigenze di una popolazione sempre più anziana. Senza comprometterci con nessuno andremo a avanti da soli, fino alla fine”, ha concluso Raspini.