Amministrative. Silvio Pittori replica a Raspini: “Lei non ha letto nemmeno il mio programma. E non è certo un’alternativa”

257

Si infiamma il dibattito politico a Figline e Incisa Valdarno in vista delle elezioni amministrative. Il candidato del centro destra Silvio Pittori ha risposto a Daniele Raspini, che lo aveva accusato di ripetere a memoria le parole di Salvini, senza avere un programma ben definito. Raspini che aveva poi rivendicato il suo ruolo alternativo al Pd e ai partiti in genere.
” Da gamba del tavolo della precedente amministrazione a stampella almeno un senso ce l’avrebbe ma, caro Raspini, proporsi come alternativa, con la sua storia nell’amministrazione di Figline-Incisa, è un equilibrismo degno dei migliori acrobati – ha detto Pittori – . Peccato che le nostre città necessitino di amministratori e non di protagonisti della nobilissima arte circense. Lei parla poi di una destra capace solo di ripetere a memoria le parole di Salvini. Preciso che la nostra lista è di centro-destra e coagula forze alleate con le loro peculiarità, ma mi permetto di dirle – ha aggiunto il candidato – che il primo compito di uno stratega è di conoscere l’avversario (le consiglio di leggere Sun Tzu) e lei dimostra di non aver nemmeno sorvolato – non letto – il mio programma che “indirizza-sceglie-decide” per il bene di Figline-Incisa. Programma che, condiviso con gli alleati, – ha concluso Pittori – non ripete alcunché, semmai fa propri i principi del buonsenso amministrativo nazionale e trova soluzioni locali dove l’amministrazione di sinistra, di cui lei ha fatto parte, ha lasciato solo problemi irrisolti.