Valdarno: “Il Cammino della Setteponti”, tre giorni a piedi lungo la Cassia Vetus

421
immagine di repertorio

Sessantacinque chilometri da Ponte Buriano a Reggello. Prende il via domani la quarta edizione de ‘Il Cammino della Setteponti’, una tre giorni alla scoperta dell’antico cammino che i pellegrini percorrevano nel Medioevo, sulla Cassia Vetus, per arrivare a Roma.
Pievi romaniche, borghi medievali, paesaggi che hanno ispirato illustri artisti come Leonardo e Masaccio, saranno gli ingredienti della camminata organizzata dall’associazione Toscana Slow-Vagamondo in collaborazione con i Comuni di Reggello, Castelfranco Piandiscò, Loro Ciuffena, Terranuova Bracciolini e Castiglion Fibocchi, le associazioni di volontariato del territorio e il patrocinio dalla Regione Toscana.
Oggi la presentazione, a Palazzo Strozzi Sacrati, a Firenze.
“Si ripete un’esperienza già fatta – ha detto l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – che ogni anno si arricchisce di partecipanti e che progressivamente si sta ritagliando un proprio spazio tra gli appassionati del viaggio a piedi. Questa volta il percorso sarà al contrario, con partenza vicino ad Arezzo ed arrivo a Reggello. Chi partecipa entra in contatto con un territorio davvero unico ed i Comuni attraversati prendono consapevolezza di avere un motivo in più per essere attrattivi. Una porzione di Toscana per molti tratti già conosciuta dai più ma con tanti piccoli tesori ancora da scoprire e con la maggior densità di contenuti storici, culturali ed artistici, grazie soprattutto al fatto di essere attraversata dalla antica Via Cassia che conduce da Firenze ad Arezzo. Un percorso da fare ad un ritmo lento, in m odo da osservare e cogliere tutto quello che offre”.
La prima tappa da Ponte a Buriano a Paterna è di circa 24 chilometri; la seconda di 23 da Paterna a Castelfranco e la terza e ultima (circa 16 km), da Paterna a Reggello. L’unico costo a carico dei partecipanti è la tessera associativa di 10 euro. Durante le serate di venerdì e sabato sono previsti eventi di intrattenimento. Gli escursionisti potranno contare su un servizio bagagli gratuito per il loro trasporto tappa dopo tappa. Alla fine del percorso, da Reggello – tappa finale – una navetta riaccompagnerà i camminatori al punto di partenza. A prezzi modici, le associazioni e i circoli del posto offriranno pranzo e cena con prodotti tipici toscani. Sarà possibile aderire anche per solo un tratto o un giorno della camminata.