Riscontrate nuove irregolarità all’Hotel River di San Giovanni. Deferito il titolare

247
Una immagine dei precedenti controlli

I Carabinieri delle Stazione di Levane e San Giovanni Valdarno, insieme ai Vigili del Fuoco di Arezzo, a personale della ASL Toscana Sud – Est e con il supporto della Guardia di Finanza della Compagnia di San Giovanni Valdarno, hanno effettuato un ulteriore controllo presso una struttura ricettiva già ispezionata recentemente,l’Hotel River di San Giovanni, riscontrando irregolarità già emerse in passato e già sanzionate. In generale è emersa, in base a quanto appurato dai militari, una generale precarietà logistico-sanitaria. Le irregolarità hanno portato ad un nuovo deferimento del titolare, un imprenditore italiano.
“Al termine dell’accertamento è emerso che l’uomo aveva effettuato una comunicazione scia incompleta, riferita ad una sola camera occupata a fronte delle ventiquattro occupate al momento del controllo e documentate da relativi contratti di locazione stipulati con gli utenti, sui quali saranno svolti approfonditi accertamenti al fine di valutare un’elusione della normativa in materia”.
Oltre all’aspetto amministrativo, per il quale è stata elevata una sanzione per 1.500 euro, una nuova segnalazione è stata inviata all’autorità giudiziaria per il mancato adeguamento alle norme di sicurezza in materia di gestione e manutenzione degli estintori e per l’accumulo di materiale infiammabile in grave carenza di condizioni di sicurezza e di igiene. Sia i Carabinieri, sia il personale della ASL, ognuno per la parte di competenza, hanno inoltrato proposta di chiusura al comune competente.