Valdarno: truffe online, ricettazione e minacce. Le denunce dei Carabinieri

494

Nuova denuncia di un truffatore online in Valdarno. Stavolta a cadere nella rete dei militari di Terranuova è stato un pregiudicato italiano disoccupato. Aveva pubblicato su un sito di “e-commerce” un annuncio per mettere in vendita a un prezzo estremamente conveniente due aspirapolvere che ovviamente non aveva. Dopo aver ricevuto dall’acquirente una somma di quasi 620 euro, grazie alla ricarica di una carta prepagata, si era dileguato nel nulla.

Sempre i Carabinieri terranuovesi hanno deferito in stato di libertà un collaboratore familiare italiano incensurato perchè aveva utilizzato il telefono cellulare rubato a una valdarnese. Appena si era accorta del furto quest’ultima aveva denunciato l’accaduto ai Carabinieri che in breve sono riusciti a risalire all’uomo analizzando i tabulati telefonici.

I Carabinieri della Stazione di Montevarchi hanno denunciato per minacce uno studente minorenne incensurato. Dopo una lite per futili motivi, il ragazzo aveva tentato di aggredire e minacciato di morte un seminarista residente a Montevarchi, al punto che il malcapitato aveva dovuto barricarsi in casa e chiedere l’aiuto dei militari dell’Arma prontamente intervenuti sul posto.

Infine gli uomini dell’Arma della caserma di Castelnuovo dei Sabbioni hanno denunciato per truffa e sostituzione di persona il dipendente di un’azienda campana che si occupava della sottoscrizione di contratti per note aziende di fornitura di gas e luce. L’uomo, di origine marocchina e già noto alle forze dell’ordine per fatti analoghi, aveva elaborato e compilato false proposte di contratto per la fornitura di energia per conto di una donna totalmente ignara dell’accaduto.