Ieri sera al Teatro Garibaldi di Figline la consegna del Leorso d’Oro di Alchimie alle compagnie giovanili

362

Si è conclusa in bellezza l’11° edizione di Alchimie, la rassegna teatrale dedicata ai giovani ospitata al Teatro Garibaldi di Figline. Ieri sera, alla presenza del vicesindaco Daniele Raspini, Angelita Borgheresi ha aperto la cerimonia ringraziando l’Amministrazione, per poi lasciare il palco alla giovane attrice Chiara Cappelli. L’interprete ha messo in scena “l’Eretica” nella trasposizione di Angelo Castaldo, regalando poi al pubblico la sua esperienza nel mondo del teatro, nata proprio da uno dei laboratori in concorso, quello dell’Isis “Giorgio Vasari”.
Dopo un assaggio del “dietro le quinte” di Alchimie, è stata proiettato il video realizzato da Blanket Studio, che ha riportato gli spettatori davanti a un estratto dei cinque spettacoli in gara, con le interviste dei loro protagonisti.
Una volta ricordati tutti i partecipanti, compresa l’associazione Conkarma con i ragazzi del progetto scuola-lavoro, l’associazione Foto d’Arte Lab e il Circolo Fotografico Arno che hanno allestito la mostra nel foyer del teatro, sono stati consegnati gli attestati e i premi. Quest’anno la giuria ha lavorato su due categorie diverse. Tra i laboratori extrascolastici sono state individuate come vincenti a pari merito l’associazione culturale Agita con lo spettacolo “Ascesa e rovina della città di Mahagonny” e l’associazione culturale Masaccio con lo spettacolo “Stand by me”, mentre tra i laboratori scolastici si è distinto quello dell’Istituto “Marsilio Ficino” con “Le Supplici”, al quale spetta il Leorso D’Oro 2019, la piccola scultura realizzata da Andrea Ceddia, studente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e vincitore del concorso “Lorenzo Bonechi 2018”.