Figline Incisa. Oggi il primo consiglio comunale della nuova legislatura in piazza Marsilio Ficino

417

Molti cittadini hanno preso parte questo pomeriggio al primo consiglio comunale della nuova legislatura a Figline ed Incisa Valdarno. Il parlamentino si è svolto all’aperto, nella centralissima piazza Marsilio Ficino. Un po’ di emozione tra i neo consiglieri eletti, che per la prima volta alla preso parte alla massima assise cittadina.
10 i seggi toccati alla maggioranza, sei all’opposizione. C’è stato però un fuori programma. Non è stato infatti eletto il presidente del consiglio comunale, in quanto non c’è stato accordo tra maggioranza e opposizione. Al momento dell’elezione ha preso la parola la capogruppo del Pd Laura Orpelli, la quale ha dichiarato che una serie di incontri con le minoranze non è stata raggiunta un’intesa per una nomina condivisa. Il Pd ha quindi votato  scheda bianca, mentre le opposizioni hanno votato per Giorgia Arcamone del centro destra. 11 schede le bianche e sei voti per la candidata della Lega, che non ha quindi raggiunto la maggioranza. L’elezione del presidente del consiglio comunale si dovrebbe tenere alla prossima seduta del parlamentino.

Ecco l’intervento introduttivo di Giulia Mugnai, che ha spiegato i motivi per i quali si è deciso di tenere il consiglio comunale in piazza e ha parlato anche di un tema quanto mai attuale. L’anniversario dell’annuncio della chiusura dello stabilimento Bekaert, che ricorre proprio domani.

E adesso una serie di interviste ai capigruppo: Laura Orpelli per il Pd, Cristina Simoni per le liste civiche, Lorenzo Omar Naimi per i 5 Stelle, Umberto Ciucchi per la lista Figline e Incisa in Comune e Silvio Pittori per il centro destra.