Thalia è in piedi!!! A soli 8 giorni dall’intervento la bambina di Terranuova raggiunge il primo traguardo

3143

Arrivano bellissime notizie dall’America, dove la piccola Thalia e la sua famiglia stanno combattendo una battaglia che ha già regalato i primi, importanti risultati. La bambina di Terranuova, affetta da una grave malattia alla gamba, è stata operata otto giorni fa in una clinica statunitense dal dottor Paley e a distanza di nemmeno due settimane è già in piedi!
Una notizia diffusa sui social e accolta con grande soddisfazione dai moltissimi valdarnesi che stanno seguendo con apprensione le fasi cliniche della bambina. Valdarnesi che hanno tra l’altro contribuito economicamente con una grande mobilitazione alla permanenza dei familiari oltreoceano.
“Thalia – hanno detto i familiari – è entrata in sala operatoria il 12 giugno per il primo intervento di una lunga serie, un intervento molto complesso della durata di 9 ore e con un post-operatorio burrascoso. 8 giorni dopo, giovedì 20 giugno, è già riuscita a mettersi in piedi! Per lei questo è un sogno che si avvera! La sua felicità è alle stelle!”
Il percorso di Thalia è ancora lungo e in salita, ma il primo traguardo è stato raggiunto anche perchè la grinta e la determinazione non le mancano.
Thalia è nata il 17 febbraio 2017 a Firenze con una malformazione alla gamba sinistra insieme ad una malformazione all’esofago. Il tutto non era stato diagnosticato in gravidanza ed è stato scoperto solo alla nascita. I medici si sono accorti da subito che non riusciva a deglutire e le hanno diagnosticato l’atresia esofagea, per la quale è stata operata al secondo giorno di vita. Rimasta in TIN al Meyer per 45 giorni, è stata poi operata una seconda volta quando ha compiuto cinque mesi. La piccola è stata nutrita tramite un tubicino allo stomaco per più di un anno e da alcuni mesi riesce a nutrirsi per bocca. Parliamo di una patologia rarissima. In Italia nessuno è in grado di intervenire dal punto di vista clinico ed è stato quindi necessario rivolgersi altrove.