Maltrattamenti all’asilo. La maestra questa mattina sentita dal Gip: “Sono pentita e dispiaciuta”

2395

Questa mattina l’educatrice e titolare dell’asilo nido “L’Isola della Fantasia” è stata ascoltata ad Arezzo dal Gip Piergiorgio Ponticelli per l’interrogatorio di garanzia. A riportarlo il quotidiano “La Nazione”. La donna era assistita dai suoi legali e ha risposto alle domande del Magistrato. Si è detta “profondamente pentita e dispiaciuta” di quanto successo e ha spiegato che il suo comportamento, immortalato dalle telecamere nascoste all’interno alla struttura dai Carabinieri della Compagnia di San Giovanni, sarebbe dovuto a uno stato di profondo stress.
I maltrattamenti, in base alla ricostruzione delle forze dell’ordine, avvenivano sempre quando la maestra si trovava da sola, mentre le sue collaboratrici erano in pausa o impegnate in altre stanze: in quelle occasioni, la donna, ad ogni minimo atto di disobbedienza mostrato dai bambini, li percuoteva con schiaffi sulla testa o sul corpo, pizzicotti o frasi minacciose circa l’arrivo “del dottore”. Il più delle volte gli episodi si verificavano dopo pranzo, quando l’educatrice, rimasta sola con i piccoli, si occupava di cambiare loro i pannolini o vigilare affinché tutti facessero un riposino pomeridiano.
Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Arezzo, dal Sostituto Procuratore Elisabetta Iannelli, e portate avanti dai Carabinieri del Nucleo Operativo sangiovannese, hanno portato all’emissione ed alla notifica del provvedimento interdittivo all’interessata, che non potrà esercitare per un anno intero, alcun tipo di professione che abbia ad oggetto la cura, l’istruzione o l’affidamento per motivi di studio, sanitari o di cure di qualunque persona. Il tutto chiaramente in attesa del dibattimento.
Quanto agli accertamenti in corso per valutare l’effettivo possesso dei titoli di studio ed abilitativi della professione di maestra, la valdarnese avrebbe dichiarato di avere solo la licenza media ma che si limitava a sorvegliare i bimbi durante la pausa del pomeriggio e al cambio di pannolini.