Ponticino: tanti eventi e ospiti per la cinque giorni della festa regionale e provinciale Acli

334

Festa provinciale e regionale delle Acli a Ponticino. Un unico grande evento che, promosso in collaborazione con il circolo locale, animerà la frazione di Laterina Pergine Valdarno da oggi a domenica, rappresentando un’occasione di ritrovo per l’intero universo aclista toscano tra politica, sport, musica, enogastronomia e solidarietà.
Il cuore della kermesse saranno i dibattiti, in programma alle 18.15 in piazza don Alice Lazzeri, e il primo è in calendario domani. Si parlerà di “Toscana tra presente e futuro: welfare, lavoro e contrasto alla povertà” con i capigruppo del Consiglio regionale che si confronteranno sulle politiche e sulle priorità della regione in vista anche delle elezioni del 2020. Il tema scelto per venerdì è “Radici cristiane dell’Europa” alla presenza del vicepresidente nazionale delle Acli Emiliano Manfredonia, della europarlamentare del Pd Simona Bonafè e dell’onorevole Maurizio D’Ettore di Forza Italia, mentre domenica il presidente nazionale delle Acli Roberto Rossini, il sindaco Simona Neri, responsabile del progetto contro le ludopatie di Anci Toscana, e il cantante Enzo Ghinazzi affronteranno l’argomento del gioco d’azzardo. «L’evento – commenta il presidente delle Acli regionali Giacomo Martelli – nasce con l’obiettivo di riunire tutte le componenti delle Acli e coinvolgere la cittadinanza in momenti di approfondimento sui più diversi argomenti. Siamo felici di aver aggregato tanti importanti relatori che permetteranno di vivere un costruttivo momento di confronto».
La festa si apre questo pomeriggio 18.15 con la gara podistica amatoriale StraPonticino; domani alle 21.30 spazio alla commedia “Ortensia ha detto: me ne frego” della compagnia teatrale La Fraschetta di Bucine e venerdì giornata dedicata ai soci della Federazione Anziani e Pensionati delle Acli con la visita ad alcune cantine e i dibattiti con dirigenti sindacali per trattare le tematiche del welfare rivolte alla terza età. Non mancherà poi la musica in piazza, con le semifinali del concorso canoro “Ponte d’oro” del venerdì e il ballo con orchestra del sabato. Nello stesso giorno, alle 18.30, sarà celebrata la Santa Messa dall’arcivescovo Riccardo Fontana. Conclusione domenica con la cena di solidarietà in piazza preparata dall’Associazione Cuochi Arezzo. Ogni sera, inoltre, dalle 19.30 funzioneranno stand gastronomici e open-bar.
«Tutto il ricavato della festa – conclude il presidente provinciale delle Acli Stefano Mannelli – sarà devoluto alle tante realtà del nostro territorio impegnate nel sociale, andando a configurare un vero e proprio “Festival della Solidarietà” dove l’aggregazione, il divertimento e il confronto saranno animati dalla più alta finalità di fare del bene».