A Figline e Incisa prosegue la disinfestazione contro le zanzare nelle aree pubbliche

250

Il Comune di Figline e Incisa e Alia Servizi Ambientali sono impegnati già da diverse settimane nella “lotta” alle zanzare nelle aree pubbliche della città e per portare a termine le operazioni è ​ fondamentale la collaborazione e partecipazione di tutti i cittadini. ​La prima fase ha previsto il campionamento nei focolai riproduttivi, monitoraggi utili a controllare la diffusione delle zanzare, sia larve che adulti, e l’eventuale installazione di ovitrappole nei giardini pubblici. Per la fase di campionamento Alia si è attivata​ partendo dalle caditoie stradali e dai pozzetti di aree verdi.​ A seguito dei campionamenti, e in base ai dati raccolti, sono stati programmati su tutto il territorio comunale i trattamenti antilarvali suddivisi in cicli periodici. In tutta l’estate ne saranno previsti 4, ma il contratto prevede ​ altri cicli in caso di condizioni critiche. In questi giorni è partito il terzo intervento che sarà concluso tra circa 10 giorni.
Al fine di garantire risultati positivi alle azioni intraprese da Alia,​ è necessario l’impegno costante dei cittadini nelle aree private, basato su poche semplici azioni quotidiane utili alla prevenzione dei focolai larvali di zanzara. Nello specifico, occorre evitare la formazione di raccolte d’acqua stagnante, svuotare l’acqua di sottovasi e annaffiatoi nel terreno anziché nei tombini, coprire con zanzariere o con teli di plastica i contenitori d’acqua utilizzati nell’orto o per l’allevamento di animali, mettere pesci che si cibano di larve nelle vasche o fontane ornamentali e, in assenza di precipitazioni, dotare i tombini di rete antizanzare materiali.