La Regione Toscana chiederà un incontro ad ABB e Fimer: “Ecco quali saranno le nostre richieste”

330

Nelle prossime ore la Regione Toscana contatterà i vertici delle aziende ABB e Fimer per chiedere informazioni sulle prospettive e sulla tenuta occupazionale del sito di Terranuova Bracciolini. Lo ha confermato la massima istituzione regionale a poche ore dal tavolo tecnico istituito questa mattina a Palazzo Sacrati Strozzi e a cui hanno preso parte le rappresentanze sindacali e il vice sindaco del comune Mauro Di Ponte.
Era presente Gianfranco Simoncini (nella foto in alto), consigliere del presidente Rossi per i lavoro, il quale ha spiegato che la Regione si attiverà immediatamente anche perchè, in questi anni, è a più riprese intervenuta per favorire un radicamento delle attività dell’azienda sul territorio e sostenerne gli investimenti, individuando nella ABB un punto di riferimento importante per il Valdarno e per tutto il territorio regionale, sia per l’alto numero di occupati, sia per l’attività di punta nell’innovazione e le tecnologie più avanzate.
All’incontro con ABB e Fimer saranno chiesti, più in generale, la salvaguardia dell’occupazione, i tempi di realizzazione e le modalità della cessione. Ad ABB si chiederanno garanzie sull’integrazione dell’attività dopo la separazione delle due aziende e garanzie per il mantenimento sul territorio delle produzioni.
A Fimer sarà richiesto di conoscere il piano industriale per la produzione di inverter e solare, con gli investimenti che si intende mettere in campo, oltre alla piena garanzia del mantenimento del sito produttivo e dell’occupazione.